26 settembre 2017

Il talento di Emanuele Tiozzo, a 16 anni titolare nel Fregene

Tiozzo
La recente ascesa del portiere del Milan Gianluigi Donnarumma, che a soli 16 anni è diventato titolare di uno dei club più importanti del mondo, dà una carica maggiore a tutti quei giovani che inseguono il sogno di calcare il prato di stadi importanti. Tra questi c’è il talentuoso Emanuele Tiozzo, classe 1999, che ha fatto le fortune delle giovanili della Lazio. In estate, il forte centrocampista esterno, doveva andare in prestito all’altra squadra di proprietà del presidente biancoceleste Claudio Lotito, la Salernitana. A causa dell’inizio della scuola questa operazione è stata rimandata. Così Marco Tiozzo, papà di Emanuele, ha deciso di chiedere al Fregene di far allenare il ragazzo con loro, magari non negli Allievi ma con la Juniores. Giusto per non fargli perdere il ritmo, in attesa del passaggio nella squadra campana. La società biancorossa gli ha spalancato i cancelli di via Fertilia, così il ragazzo ha iniziato a frequentare l’Aristide Paglialunga sotto gli occhi del tecnico della prima squadra Paolo Caputo. Nel frattempo Emanuele Tiozzo faceva vedere tutto il suo estro e il repertorio innato che possiede, tanto che lo stesso Caputo ne è rimasto colpito. Un talento come Emanuele non poteva di certo essere ammirato solo negli allenamenti infrasettimanali, e così il mister, abile come pochi nel saper migliorare i giovani, l’ha fortemente voluto nella sua squadra. E non solo per inserirlo nei suoi insegnamenti e tatticismi, ma anche e soprattutto per gettarlo nella mischia del campionato di Eccellenza. Un torneo tosto che, per un giovane con un potenziale importante come il suo, rappresenta un’ottima palestra. Emanuele ha colto questa occasione al volo, e ora è diventato un titolare inamovibile della squadra biancorossa. E all’attivo ha anche un gol in Coppa Italia Eccellenza. È chiaro che resta in piedi il discorso Salernitana, anche se in questi mesi sono arrivate altre richieste di squadre importanti come la Pro Vercelli. Il futuro sicuramente è dalla sua parte, ma nel frattempo la sua classe è al servizio del Fregene.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli