25 settembre 2017

Il Vivaio della Riserva prosegue con successo

Il Vivaio della Riserva prosegue con successo

Il Vivaio della Riserva Litorale Romano è finalmente un progetto concreto, ideato e realizzato dall’Associazione Naturalistica Programma Natura, realtà affermata nel Comune di Fiumicino che si occupa da anni di didattica ambientale, ricerca e divulgazione scientifica, e che vanta collaborazioni con Università ed Enti di ricerca.
L’intuizione vincente è stata la collaborazione nel progetto con il Prof. Gonnelli eCinotta, insieme a diverse classi dell’Istituto Agrario di Maccarese, che hanno da subito sposato l’iniziativa diventando ingranaggio indispensabile per essa. Il Vivaio della Riserva è nato dall’idea del Dr. Riccardo Di Giuseppe – Naturalista e Presidente di Programma Natura – e del Prof. Mauro Gonnelli, docente dell’Istituto Agrario e ha come scopo principale quello di riprodurre specie tipiche e a rischio della vegetazione mediterranea. Queste ultime saranno poi utilizzate in progetti di riqualificazione ambientale delle zone ormai degradate, nella realizzazione di alberature stradali e progettazione e allestimento di aiuole. Si è partiti infatti con la riproduzione di specie vegetali della duna costiera, in particolare del Giglio di mare (Pancratiummaritimum), specie che ha destato interesse nella Dott.ssa Sara Magrini, docente dell’Università della Tuscia; la stessa ha sottolineato da subito l’importanza di iniziative come questa per sensibilizzare i giovani sull’importanza della Biodiversità, e sulla necessità e urgenza di intraprendere azioni per la sua conservazione. Ora un campione di semi raccolti nelle dune di Maccarese consegnati dal Prof. Giovanni Cinotta sarà conservato a lungo termine presso la Banca del Germoplasma della Tuscia; inoltre gli esemplari riprodotti sono stati consegnati all’Orto Botanico della Tuscia, dove sono attualmente coltivati nella “duna costiera”. “Ora – dichiara Di Giuseppe – si è partiti con la riproduzione del Rosmarino (Rosmarinusofficinalis L.), mettendo a dimora più di cinquecento piante e talee. All’interno della Riserva Naturale Statale Litorale Romano è stata infatti trovata la presenza relitta del genere Rosmarinus,che ha interessato il Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA)- unità di Ricerca per la Floricultura (FSO), che ha avviato una ricerca. Il genere Rosmarinus (fam. Labiate) comprende tre specie di cui la più conosciuta è il R. officinalis, diffusa ampiamente nel Bacino del Mediterraneo occidentale: essa è una specie aromatica polivalente, usata come pianta medicinale, cosmetica, culinaria e ornamentale. All’interno della specie un’ampia variabilità morfologica per caratteri sia della parte vegetativa che riproduttiva della pianta. Ciò ha permesso la selezione di numerose cultivar di tipo ornamentale che si differenziano soprattutto per il portamento dei rami, per la loro robustezza, il colore dei fiori e la compattezza della chioma. Con il Vivaio della Riserva sempre più stretto ed efficace il rapporto tra Programma Natura e l’Istituto Agrario di Maccarese in difesa del Territorio di Fiumicino;
“La cosa fondamentale – conclude Di Giuseppe – è che si tratta di un progetto che costituisce integrazione al curriculum scolastico e lavorativo degli alunni. Stiamo attualmente lavorando sul logo di questo progetto, perché crediamo che da questa iniziativa possa partire un “marchio di fabbrica” per il nostro territorio. Siamo certi che tutto questo desterà interesse anche nell’Amministrazione Comunale”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli