24 settembre 2017

Incontro sulla sicurezza, più telecamere e vigili

sicurezza1 (1172 x 626)

Con l’impegno da parte di tutti i convenuti a ritrovarsi di nuovo insieme per discutere con i cittadini dei vari problemi che interessano Fregene, si è svolto questa mattina all’hotel Corallo l’incontro sulla sicurezza promosso dall’associazione Vivere Fregene, la Confcommercio di Fiumicino e il Comitato cittadino di Fregene. Oltre ai rappresentanti delle tre associazioni, Angelo Giavara, Franco Del Monaco e Pietro Valentini, per il Comune erano presenti il vice sindaco Anna Maria Anselmi e il vice comandante della Polizia Locale Francesco Romanelli, insieme al vice comandante della stazione dei carabinieri di Fregene Dante Cuzzolini.
Come era preventivabile, dalle introduzioni dei tre promotori che hanno aperto la discussione sono emersi i tanti problemi che caratterizzano il territorio sul tema sicurezza: “Furti nelle abitazioni, sicurezza stradale per pedoni e ciclisti tra buche, perdite d’acqua e soste vietate, inadeguata segnaletica orizzontale e verticale, l’insufficienza delle forze dell’ordine e, di conseguenza, il mancato controllo del territorio rispetto alle reali esigenze,in particolare nei mesi estivi”, sino a toccare altri temi sollevati dai cittadini presenti, come l’abbandono dei rifiuti, l’inosservanza delle regole della raccolta differenziata e l’evasione della Tari. In un clima di confronto sereno, dalla risposte dei rappresentanti istituzionali presenti sono arrivati segnali importanti dell’impegno con cui si sta cercando di far fronte al problema, fermo restando l’impossibilità di aumentare autonomamente il numero di uomini e mezzi delle forze dell’ordine che spetta esclusivamente al Ministero dell’Interno.
Il vice comandante dei carabinieri Cuzzolini, dopo aver sottolineato come il numero complessivo di reati sia sensibilmente diminuito nel 2015, ha garantito l’impegno e l’attenzione dell’Arma su tutte le problematiche affrontate: dai parcheggi selvaggi, che hanno fruttato oltre 45 mila euro in contravvenzioni, alle diffide all’Acea per i ritardi nelle riparazioni delle perdite d’acqua, dalle oltre 15 segnalazioni alla Tributi per sospetta evasione della Tari, ai danni ambientali per l’abbandono di rifiuti. “I cittadini devono sapere di poter contare sempre su di noi per qualunque loro problema”, ha concluso Cuzzolini.
“Come già deciso dal comandante Giuseppe Galli – ha sua volta annunciato il vice Francesco Romanelli – una parte dei 30 vigili stagionali assunti dal Comune verranno destinati a Fregene, sia per il pattugliamento in auto che per il controllo a piedi delle arterie principali, con lo scopo non solo di elevare multe ai trasgressori del codice della strada ma anche per avere un contatto diretto con la cittadinanza. Inoltre, delle 102 telecamere di sicurezza che il Comune sta installando sul territorio comunale, 8 sono state già assegnate a Fregene, distribuite tra lungomare, principali vie di accesso e zone a elevato rischio ambientale”.
Sempre in tema telecamere, un’importante precisazione è arrivata dal vice sindaco Anna Maria Anselmi, che ha sottolineato come il sistema di sorveglianza comunale sia predisposto a integrarsi con altri circuiti di controllo, di privati cittadini come di commercianti, al fine di assicurare una vigilanza ancora più estesa ed efficace. “Purtroppo – ha confermato la vice sindaco – come nulla possiamo fare per incrementare le forze dell’ordine, altrettanto vale per i vigili comunali, che per vincoli di bilancio possiamo assumere solo se a tempo determinato”. L’Anselmi ha apprezzato i riconoscimenti dei presenti all’impegno dell’amministrazione comunale per la messa in sicurezza delle aree verdi e delle zone di macchia e per le potature degli alberi a rischio anche nelle proprietà private, ammettendo i ritardi del Comune nel ripristino della segnaletica stradale orizzontale e verticale. “Il problema c’è e va risolto, posso però annunciare che grazie ai fondi che arrivano dalle multe, abbiamo le risorse necessarie per intervenire rapidamente”.
Considerato il numero dei temi sollevati, gli organizzatori hanno preannunciato incontri periodici e riunioni specifiche con le istituzioni territoriali.
sicurezza2 (1409 x 939) (704 x 469)

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli