22 settembre 2017

Inquinamento aereo, interrogazione dell’ On. Madia

“Premesso che la società ADR spa, che gestisce lo scalo aeroportuale di Fiumicino, sta realizzando un progetto di ampliamento della superficie dell’aeroporto. Tale progetto sarebbe in fase avanzata e ADR spa avrebbe già assegnato, a seguito di gara, ad una società britannica la realizzazione del Masterplan presentato il 5 marzo – è riportato nell’interrogazione –  In numerosi precedenti di sindacato ispettivo l’interrogante ha evidenziato che la costruzione dell’ampliamento aeroportuale coinvolgerà in maniera massiccia la riserva statale del litorale romano. Da notizie di stampa l’interrogante ha appreso che Legambiente Lazio e il comitato cittadino Fuoripista hanno intrapreso un monitoraggio dell’inquinamento acustico, attualmente ricadente nell’area del comune di Fiumicino. Secondo il quotidiano la Repubblica (cronaca di Roma, 27/7/2010) vi sarebbe una quantità insostenibile di rumori nei centri abitati in corrispondenza di atterraggi e decolli: “Decibel alle stelle per i decolli e gli atterraggi allo scalo “Leonardo da Vinci” di Roma Fiumicino.Le popolazioni che vivono nei centri abitati circostanti subiscono un bombardamento acustico ininterrotto che raggiunge livelli preoccupanti. Legambiente Lazio e il Comitato “FuoriPISTA”dalla società “Strategie Ambientali”, hanno monitorato sei siti: la situazione più grave appare quellain viale dei Polpi, nel centro abitato di Focene: qui i fonometri hanno evidenziato un livello medio(Leq) pari a 82,4 decibel dB(A) e un picco di 101,7 decibel dB(A), in corrispondenza di un decollo. Ma anche le altre rilevazioni non sono state da meno: dai 91,7 decibel di picco (con livelli equivalenti sino a 75,6 decibel) registrati in via della Trigolana a Maccarese ai 95,4 decibel di picco (84,5 Leq) in via della Muratella-Centro 20. E ancora, dagli 88,0 decibel di picco (69,1 Leq) in prossimità dell’istituto “Leonardo da Vinci” in via di Maccarese ai 95,7 decibel di picco (74,1 Leq) nel sito del campo sportivo Paglialunga (Parco dei Principi, Fregene).” Secondo le sopradette organizzazioni il progetto di ampliamento dell’aeroporto accrescerebbe in maniera insostenibile la quantità di inquinamento sopportata dai cittadini di Fiumicino. Per sapere: se le notizie riportate dalla stampa sugli attuali allarmanti livelli di inquinamento acustico corrispondano alla reale situazione; se il succitato Masterplan in fase di realizzazione rispetti i requisiti imposti dalle normative sia dal punto di vista dei livelli di inquinamento, sia delle autorizzazioni necessarie per la realizzazione dell’opera”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli