26 settembre 2017

Internazionali tennis, idea Fiumicino

Internazionali tennis, idea Fiumicino

È tempo di bilanci per gli Internazionali Bnl d’Italia di tennis. C’è soddisfazione per l’ennesima edizione all’insegna dei record (192.787, quello degli spettatori paganti), ma nel contempo è stato anche lanciato un grido d’allarme.  “Non ci stiamo più”, dice il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi. Il nodo in vista degli Internazionali che verranno, ma che dipende anche dalla candidatura olimpica di Roma per il 2024, riguarda l’ampliamento del Foro Italico con la copertura del Centrale. “Condivido appieno le dichiarazioni del presidente Malagò sul possibile spostamento della sede degli Internazionali – aggiunge Binaghi – Qua non ci stiamo più, il Centrale è nato piccolo, sarebbe dovuto essere di 3-4mila posti più grande, come approvato dalla giunta Veltroni. Nella candidatura per Roma 2020 il Foro era destinato al nuoto, mentre al tennis era destinata un’altra area nei dintorni di Fiumicino. Se il Coni deve fare questo grande investimento a Fiumicino per fare 15 campi, dato che la nostra federazione sta crescendo dovrebbe fare un impianto unico con 30 campi, trasferendo anche il centro federale, creando un luogo con le migliori tecnologie possibili per rendere questo evento sempre più affascinante. La forza del torneo prescinde dalla location, anche se è la più bella del mondo”. L’ipotesi di portare il grande tennis a Fiumicino è stata accolta con entusiasmo dal Sindaco del comune di Fiumicino Esterino Montino. “Sarebbe un sogno poter ospitare gli Internazionali d’Italia, uno dei tornei più prestigiosi al mondo e accogliere i grandi campioni della racchetta – dice il primo cittadino – Ma visto che sono da sempre abituato a preferire i fatti alle parole, posso già dire che ho un’idea molto concreta per un’area sul nostro territorio in grado di ospitare un grande centro sportivo riservato al tennis. Un’area a pochi minuti dall’aeroporto internazionale, dall’autostrada, dal grande raccordo anulare e dalla Ferrovia. Con il presidente Malagò ci siamo sentiti diverse volte e già ho avuto occasione di manifestargli la piena disponibilità ad ospitare un grande impianto sportivo in vista dei Giochi Olimpici del 2024. Questa ipotesi delle ultime ore non può che farmi enormemente piacere. Siamo a pochi minuti dalla Capitale e credo ci siano delle solide basi per poter vincere insieme questa scommessa. La candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2024 può rappresentare senz’altro una grande opportunità per la Capitale e anche per Fiumicino che dista solo pochi minuti dalla città eterna. Sono disponibile a incontrare il presidente della Fit, Angelo Binaghi e il presidente del Coni, Giovanni Malagò per discuterne insieme quanto prima ed eventualmente entrare nel merito di un progetto condiviso e attuabile”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli