21 settembre 2017

Iresa, che fine ha fatto?

“È palese – dice il consigliere comunale Massimiliano Graux – che una parte dei soldi incassati dagli aeroporti della Regione Lazio dovrebbero essere versati in Regione, come aveva dichiarato l’allora assessore all’Ambiente regionale Angelo Bonelli in base ad un emendamento votato nel bilancio regionale 2006”. L’emendamento mirava a sbloccare i tributi che le compagnie aeree devono pagare alla Regione, circa 6 milioni di euro. Di questa imposta regionale di emissione sonora (Iresa) però, il gruppo consiliare Pdl non è riuscito ad avere alcuna notizia, neanche dopo aver attivato uno studio legale di Roma che ha inviato un esposto al presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo. “Si va verso un probabile danno erariale da parte della Regione – fa notare Graux – con la nostra mozione  vogliamo richiedere anche quali misure abbia messo in campo la Regione per il controllo dei sistemi di monitoraggio acustico all’aeroporto di Fiumicino, come effettuato in data 21/02/2008 all’aeroporto G.B. Pastina dall’Arpa Lazio, e se esista il diritto nel mettere in mora la regione Lazio a garanzia di migliaia di nostri concittadini che potrebbero veder migliorata la propria qualità della vita nel nostro Comune e che ad oggi non vedono nessun tipo di assistenza da parte delle istituzioni regionali”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli