22 ottobre 2017

La discarica nascosta

discarica_v.idrovore_1_lgt discarica_v.idrovore_2_lgt discarica_v.idrovore_3_lgt

Per accedere alla zona basta prendere una stradina, peraltro poco visibile agli automobilisti, percorrendo la via che collega Focene con Maccarese e Fregene. Si trova a sinistra se dalla località marinara si va verso Maccarese, mentre è a destra se si effettua il percorso inverso (nella foto a dx). La mano incivile dell’uomo non si è lasciata incantare dall’ambiente immerso nella natura, anzi ha approfittato del fatto che l’area è nascosta. E fa impressione la discarica abusiva che sono riusciti a creare; plastica, legno, resti di palme, calcinacci, buste, mattoni, materassi. La lingua di rifiuti si protrae fino al corso d’acqua che passa dall’idrovore prima di proseguire fino al mare. Ad oggi evidentemente nessuno si era accorto di questa marea di rifiuti, e gli incivili hanno continuato la loro spora e troppo comoda pratica. Quella zona oltre andrebbe prottetta, anche perché è frequentata da molti animali come anatre, aironi e altre specie che fanno parte della vicina oasi di Macchiagrande. A questo punto serve una bonifica e la messa in sicurezza dell’area, che non può rimanere terra di nessuno in mano agli scaricatori.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli