17 ottobre 2017

La Foce dell’Arrone area protetta del WWF

Grazie alla raccolta fondi lanciata dal WWF in occasione dell’Anno delle Foreste, l’associazione ambientalista è riuscita a mettere sotto sua tutela altre due aree italiane di grande interesse, il bosco di roverelle adiacente all’Oasi WWF di Valpredina (Bergamo) e l’area di pineta e macchia mediterranea che si estende tra Villaggio dei Pescatori, il corso del fiume e il depuratore di Fregene, descritta come un “bosco umido, ritaglio delle antiche foreste del litorale sopravvissuto alla cementificazione selvaggia, tra i parcheggi, l’abitato e gli stabilimenti balneari di uno dei lidi più frequentati dai romani”. Prima dell’apertura della nuova area protetta, di circa 40 ettari, che si aggiunge a quelle già sotto tutela dell’Oasi di Macchiagrande e delle Vasche di Maccarese, serviranno diversi lavori di manutenzione e messa in sicurezza e per allestire i sentieri e la cartellonistica.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli