26 settembre 2017

La truffa dell’Istat, attenzione a due donne

Con la scusa di dover controllare la conformità alla dichiarazione dell’ultimo censimento dello scorso anno, le due donne, entrambe more di circa 30 – 35 anni di età, ben vestite e con accento romano, si sono fatte aprire dall’anziana signora, residente a viale Maria e in quel momento sola in casa, iniziando a farle domande. Dopo qualche minuto, alla richiesta  di un contributo volontario di almeno 50 euro la signora si è insospettita ed è andata a chiamare al telefono la figlia per farsi consigliare, a quel punto le due donne si sono dileguate senza lasciare traccia. Questa volta la truffa è andato a vuoto, ma niente esclude che le due tentino ancora il colpo ai danni di altri residenti della zona, in particolare degli anziani. Si raccomanda massima attenzione.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli