21 ottobre 2017

Laboratorio di lettura

“Perchè, spiegano le bibliotecarie, dopo anni di presentazioni di libri, di incontri con gli autori, conferenze e molte altre iniziative, abbiamo sentito la necessità di continuare a spaziare attorno al libro, con nuove esperienze. Il laboratorio di lettura si pone principalmente tre obiettivi: a) un confronto sul testo, far sì che “i lettori” possano commentare in prima persona, il libro; b) leggere insieme, ad alta voce e rilanciare “la lettura ad alta voce e con sentimento come si faceva a scuola); c) migliorare insieme ad altri la comprensione del testo e indagare gli aspetti trascurati o che non sono stati notati; d) infine, ma non per questo l’elemento è meno importante, stabilire contatti con le persone, insomma socializzare”.Quante parole! Ma come si svolge un “laboratorio di lettura”, è difficile?“ Ma no, è facilissimo. Prima di tutto, rispondono le volontarie della Biblioteca, si sceglie un libro e si legge. Poi ci si riunisce in una data stabilita e ognuno spiega brevemente gli aspetti che più l’hanno colpito del testo, della storia, e si fanno alcune riflessioni sulla prosa. Poi, chi vuole, legge alcuni dei passi più significativi. Anche le persone meno estroverse a poco, a poco, cominciano a parlare, a raccontare qualcosa del libro e di personale, di autobiografico, perchè l’ambiente è semplice e “alla mano”, senza complicati convenevoli, si conversa a ruota libera, perchè non c’è un maestro che bacchetta, ed ognuno può esprimere le proprie valutazioni.E’ stato scelto il libro di Elisabetta Rasy perchè ha vinto il Premio Grinzane Cavour 2008, e perchè l’autrice, che è anche giornalista, è una delle più importanti scrittrici italiane: è sensibile, approfondisce i rapporti umani, familiari, conosce i risvolti dell’animo; il suo stile è leggero e carezzevole in ogni pagina, anche quando il racconto diventa straziante.” Elisabetta Rasy ha pubblicato molti romanzi, tra i quali “L’ombra della luna”, “Tra noi due”, “Posillipo”,”Ritratti di signora”.Il Laboratorio di Lettura sarà allietato da un tè e biscotti offerti dalle bibliotecarie e che renderà ancora più soave il pomeriggio.Sabato 5 aprile, alle ore 16 presso l’Hotel La Conchiglia, Elisabetta Rasy parlerà del suo libro, L’Estranea, perchè l’ha scritto, cosa l’ha ispirata, cosa ha voluto dire, e risponderà alle domande del pubblico.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli