21 settembre 2017

i 30 rappresentanti usciti dalle amministrative del 2008, più tutta la giunta. <<Giovedì 25 febbraio, a margine del consiglio comunale, sarà installato un presidio medico a disposizione di consiglieri e assessori dove poter effettuare il drug-test per controllare se si faccia o meno utilizzo di sostanze stupefacenti>>, recita il comunicato del presidente del consiglio comunale Mauro Gonnelli. Che senza tanti giri di parole chiarisce che l’iniziativa <<vuole dare risposte ai cittadini in merito all’utilizzo di droghe nel mondo politico. Ovviamente – precisa Gonnelli – sarà un test volontario, ma mi auguro che tutti si sottopongano ad un’analisi che prima ancora di essere un test medico è un test di rispetto verso tutti gli elettori che hanno il diritto di sapere che chi li rappresenta è ‘pulito’ sotto tutti i punti di vista>>. Una bella trappola per chi avesse qualcosa da nascondere, se saltare il test apparirà quanto meno sospetto, i primi a rischiare la reputazione saranno proprio gli assenti…

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli