26 settembre 2017

L

vogliamo invece che il cittadino sappia che il nostro primario interesse e la prima competenza del nuovo assessorato è innalzare il livello della qualità della loro vita. Le deleghe già amministrate in passato dall’Area Ambiente, troveranno comunque  rispondenza al tema della Qualità: il litorale, la Riserva Naturale, l’igiene urbana, il demanio marittimo, il decoro urbano, i parchi pubblici e il turismo rappresenteranno i vettori attraverso i quali l’amministrazione migliorerà l’aspetto, la fruibilità e la vivibilità della città. Ma studieremo un logo apposito con particolare attenzione alla comunicazione. Ci proponiamo di caratterizzare l’operato dell’assessorato in modo chiaro e circoscritto su argomenti cardine in grado di tematizzare ognuno dei cinque anni del mandato; vogliamo dedicare un anno allo SVILUPPO DELLA COSTA, uno alla BELLEZZA DELLA CITTA’, uno alla LOTTA AGLI INQUINAMENTI, uno alle ENERGIE RINNOVABILI e uno al POTENZIAMENTO DELL’OFFERTA TURISTICA. I cinque temi, non ingesseranno l’attività ordinaria degli uffici ma suggeriranno gli argomenti sul quale soffermare e concentrare l’impegno e l’attenzione, convogliandole in tavoli straordinari di lavoro. Ciascun tema d’anno sarà celebrato con eventi, workshop e conferenze, coinvolgendo risorse provenienti dall’imprenditoria, dal mondo delle università e della ricerca. Il resto dell’attività ordinaria dell’Area si continuerà ad interessare dei temi già trattati nel precedente mandato: il nuovo contratto di igiene urbana, la diffusione capillare della raccolta differenziata, affidamento in concessione di gestione dei grandi parchi urbani, le sponsorizzazioni per i piccoli spazi verdi, il piano energetico comunale, il programma di educazione ambientale, il programma Rilevatori Ambientali e il monitoraggio dei fossi, dei canali e delle acque di balneazione. Il lavoro svolto dagli uffici, si articolerà in due fasi: la prima affronterà il lavoro “quotidiano” e ordinario, necessario per l’espletamento delle pratiche dell’Area come le autorizzazioni, le comunicazioni e i sopralluoghi; una seconda fase sarà invece riservata alla cura del “tema d’anno” all’interno della quale ogni dipendente darà il proprio contributo per mettere a fuoco la tematica affrontata. Sarà creato inoltre un numero verde per il “pronto intervento” del verde e dell’igiene. Per avere il polso della situazione in modo costante e continuativo, verranno organizzati dei sopralluoghi mensili con i responsabili di ciascun settore dell’area, alla presenza del Dirigente e dell’Assessore per prendere visione e quindi coscienza dei problemi della città nei temi di competenza”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli