18 novembre 2018

Abbigliamento bambini, i trend del 2018

abbigliamento bambini 2018

La manualità e l’attenzione alla scelta dei materiali sono i punti di forza e i tratti peculiari che caratterizzano l’abbigliamento bambini nel 2018: in particolare, una speciale attenzione viene e verrà riservata agli accessori realizzati a mano, secondo un trend per il quale lo sfarzo e il lusso dovranno essere temporaneamente messi da parte. La moda diffusa farà riferimento, nei prossimi mesi, a prodotti realizzati interamente a mano, da acquistare non solo tra gli scaffali dei negozi, ma anche direttamente online, magari su consiglio di altri genitori.

Il comfort e la praticità

Un marchio come Olive e Miele è destinato a riscuotere un notevole successo per la sua capacità di coniugare estetica e comfort: la praticità deve sempre essere assicurata. I bambini, infatti, hanno bisogno della massima libertà per potersi muovere, per correre, per saltare, per giocare e per svolgere qualsiasi altra attività che consenta loro di scatenarsi e di sfogarsi. Ma anche mamme e papà meritano di approfittare di vestiti semplici da pulire e di indumenti che si adattino alle circostanze più diverse. In questo senso, l’attenzione nei confronti dell’abbigliamento si integra con la ricerca di prodotti per bambini versatili: per esempio, zainetti che non compromettano la salute e il benessere della schiena, ma anche passeggini che possano essere utilizzati su qualsiasi tipo di terreno, anche se sconnesso.

La moda 2018 per l’abbigliamento bambini sembra imporre un ritorno al passato, nel contesto di un’impronta vintage in grado di affascinare: un esempio può essere individuato nelle salopette, che sembravano essere sparite dai guardaroba dei ragazzi dai diversi anni e che invece sono tornate a fare capolino nelle collezioni di numerosi marchi, sia in jeans che con altri tessuti. Ma non è tutto, perché un altro segnale del ritorno al passato può essere rintracciato nelle babbucce, da indossare in casa ma non solo: indispensabili per giocare e per divertirsi senza difficoltà.

Maschietti e femminucce

Le proposte, ovviamente, si differenziano per i maschietti e per le femminucce. Nel primo caso i trend del mondo della moda si concentrano su calzature concepite per garantire libertà e gioco. Le scarpe sono progettate e realizzate per permettere qualsiasi movimento senza affaticare o stancare i piedini. Per le bambine, invece, si punta su un abbigliamento che emuli e richiami quello delle mamme: si parla, non a caso, di una moda coordinata, per outfit piacevoli e decisamente eleganti.

In qualsiasi caso, i dettami del settore fashion per i più piccoli non si discostano dalla ricerca di tessuti di prima qualità e di materiali di alto livello: lo si è potuto notare, per esempio, in occasione di Pitti Bimbo, evento che ogni anno rappresenta un faro per tutti gli addetti ai lavori. L’evoluzione tecnologica si orienta verso materiali che sono sempre meno sofisticati e più legati al mondo della natura: dal bamboo alla canapa, la parola d’ordine è delicatezza, per stoffe – magari ricavate da coltivazioni bio – che si dimostrino leggere al tatto e, al tempo stesso, capaci di non irritare la pelle dei bambini. Stop, quindi, a eruzioni cutanee poco piacevoli, ad arrossamenti indesiderati e ad allergie che complicano la vita: lana, cotone bio e seta offrono standard di qualità decisamente elevati e soddisfacenti. 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli