17 dicembre 2017

Come fare un trasloco senza.. impazzire

Fare un trasloco e portarlo a termine senza perdere la testa. Sarebbe già un buon punto di partenza perché secondo molti studi psicologici, il trasloco da fare quando si cambia casa è uno dei primi motivi di stress che si possono trovare lungo il percorso della vita.
Un momento traumatico, che lo può diventare ancor di più se non si riesce a predisporre il tutto con raziocinio e cognizione di causa. Da dove iniziare quando si deve effettuare un trasloco? Dove andare a sbattere la testa, come si suol dire in gergo?
Ebbene, al primo posto c’è proprio la programmazione; quindi andare a predisporre il tutto per bene, nel migliore dei modi. Tanto che ci sia deciso di fare tutto da soli; tanto che si sia optato per rivolgersi ad una ditta privata di traslochi, ben consci del fatto che in questo caso andremo incontro ad un costo che può essere di varia natura, a seconda del preventivo trasloco che ci viene fatto.

Ebbene, tornando al trasloco in sé, che ne ha portato a termine uno lo ricorda come motivo di fortissimo stress; quasi un incubo. Dicevamo della programmazione, che è fondamentale per rendere più sopportabile questo momento: prima di tutto è bene decidere cosa tenere e cosa no.
Perchè un trasloco può anche essere il momento fondamentale per fare il punto e capire ciò che si vuole conservare e, viceversa, quello che si vuole andare a buttare. E allora in consiglio è quello di prendersi il proprio tempo per fare tutto con calma e andare a stilare una lista di ciò che si vuole conservare.

Il passo successivo è quello di programmare tutto nei minimi dettagli: dotarsi quindi di scatoloni in cartone e materiale vario per imballaggio e iniziare a catalogare la merce scrivendo su ogni singolo scatolone il nome del contenuto. Può sembrare un’operazione da niente, ma tornerà utile; tanto in fase di imballaggio del materiale stesso. Quanto poi, quando andremo ad aprire i singoli scatoloni una volta arrivati nella nuova casa.

La fase del trasporto è quella ovviamente più delicata; come detto, si può decidere anche di provare a fare tutto da soli. In questo caso è bene poter contare su un mezzo di trasporto adeguato per caricare tutta la nostra merce. L’altra soluzione è quella di affidarsi ad una ditta di traslochi. Soluzione che ha ovviamente un costo ma che va a risparmiarci tantissime perdite di tempo e molto lavoro.
Perché quando si affronta un trasloco ci si deve rassegnare proprio a questo: a doverci dedicare tanto tempo e lavoro.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli