23 ottobre 2017

Scopriamo il cambio merce pubblicitario. Cos’è e come funziona

cambio-merce

Da sempre l’uomo ha scambiato merci, beni e servizi, sin dagli albori della sua storia, e anche dopo l’avvento della moneta la pratica del baratto è rimasta in uso, fino ai nostri giorni. Il Barter e il cambio merce pubblicitario si fondano proprio su questa pratica, evolvendola e adattandola ai bisogni odierni. Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede ma è stata utilizzata anche in passato, specialmente in periodi di forte crisi dove le imprese hanno più difficoltà a contrarre debiti e a diminuire la produzione. In questo modo si eviteranno entrambe queste misure di protezione dell’attività. Ma in pratica, come funziona? All’interno di un circuito definito le aziende possono acquistare pubblicità in cambio dei propri prodotti e di merce avanzata in magazzino. In questo modo si evita l’eccesso di produzione, e si hanno dei vantaggi sia da parte dell’azienda che acquista i beni a prezzi ribassati sia da chi vende questi beni; oltre ad avere più merce distribuita avrà infatti anche la pubblicità senza l’impiego di liquidi. Inoltre la capacità produttiva non viene intaccata, e nei bilanci la merce distribuita sarà maggiore e minore sarà il debito che le aziende spesso sono obbligate ad accumulare per i vari pagamenti, tra cui i maggiori sono spesso quelli pubblicitari.

Una tessera, tanti vantaggi

Chi ottiene la merce in cambio della pubblicità avrà notevoli sconti e prezzi bassissimi dai prodotti del cambio merce pubblicitario. Se l’azienda che ottiene questi beni gli immettesse nel mercato si creerebbe tuttavia una concorrenza sleale, e la stessa azienda che ha fornito i beni ne verrebbe danneggiata dai prezzi nettamente inferiori. Per ovviare a questo problema si possono acquistare i beni solo tesserandosi ed entrando a far parte di questo circuito economico. Il tesseramento è a numero chiuso e riservato ai soli dipendenti delle aziende, in modo che non sia troppo facile entrare a far parte di questi gruppi. In questo modo si riescono a creare dei veri e propri club di shopping con la garanzia di sconti e la promozione di offerte sugli acquisti in stock. Questi clubs si muovono all’interno di un circuito virtuoso che cerca di aggiornare l’idea di scambio, evitare sprechi e la stagnazione delle merci nei magazzini e proporre un’alternatva allo shopping che riesca a conciliare questi benefici senza danneggiare il mercato e le aziende partner, ma anzi valorizzarle e garantirgli una maggiore diffusione. I vantaggi sono ovvi, merce di ogni tipo a prezzi vantaggiosi in un mercato circoscritto.

Un nuovo modo di fare shopping

Dopo essersi tesserato ed entrato a far parte di questi shopping club il cliente, spesso un dipendente o un partner aziendale, potrà avere accesso a tutti questi beni. Può scegliere tranquillamente come effettuare i pagamenti e lo shopping: online, dove si possono trovare numerosi cataloghi, con gli articoli divisi per genere al fine di facilitare la naviazione e la ricerca del prodotto, oppure per i clienti tradizionali esistono anche i negozi reali, i cosiddetti ADV Stores, dislocati e diffusi ormai capillarmente nelle maggiori città, dove si può accedere solo dopo i controlli del tesserino. Questo tesserino rilasciato è nominativo e non cedibile. All’interno dei siti e degli ADV Stores si possono trovare tantissimi tipi di merci di ogni brand, anche di lusso, a prezzi nettamente inferiori rispetto agli altri negozi, con sconti che poss ono arrivare fino al 70%, e altre offerte che possono riguardare le quantità acquistate o ulteriori promozioni. Inoltre le vendite sono controllate e gli scambi garantiti con sicurezza, in quanto sono le stesse aziende pubblicitarie a promuovere i beni e hanno tutto l’interesse nel favorire e tutelare i propri associati e diffondere un’immagine onesta e vincente del partner brand, oltre a proiettarsi in nuove fette di mercato ancora inesplorate e attirare clienti che magari non sono ancora a conoscenza di questa pratica di mercato, innovativa ma scarsamente conosciuta. Inoltre stimola la creazione di una rete di fiducia tra consumatore e produttore, e la fiducia è un valore aggiunto. Attraverso questo sistema il guadagno è di tutti, ma soprattutto del cliente tesserato che può accedere a questi sconti e alle nuove possibilità di acquisto sia in internet sia di persona, oltre a essere uno dei fortunati clienti con la possibilità di usufruire di un servizio innovativo ma non riservato a chiunque.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli