19 ottobre 2017

Lavatrici: suggerimenti per risparmiare sul bucato

bucato-ok

Il bucato è una delle incombenze che tocca a tutti. Che sia una famiglia numerosa oppure minimal, lavare  i panni è un obbligo al quale non si può derogare. 
Fare il bucato significa anche ‘consumo energetico’ per l’ovvia ragione che tutte le lavatrici vanno a corrente elettrica e, con le tariffe al giorno d’oggi, occorre adottare dei sistemi intelligenti per risparmiare sul costo della bolletta energetica.
Organizzarsi consapevolmente equivale a dire trovare il modo migliore per pagare il meno possibile. Partiamo tuttavia dal concetto che è meglio acquistarne una nuova scegliendo tra le lavatrici di Classe A+++ per ottimizzare i consumi, ben sapendo che la vostra vecchia lavatrice non è ‘risparmiosa’ dal momento che non ha la stessa categoria di classe.
A parte questo, forse non tutti sanno che il costo dell’energia elettrica è differente a seconda delle fasce orarie nella quali viene sfruttata e, per essere informati in modo corretto, è sufficiente leggere la propria bolletta dell’energia elettrica. Prestando ben attenzione ai costi praticati dal vostro gestore (essendoci il libero mercato, ogni gestore ha la possibilità di stabilire il suo prezzo di vendita) potete constatare che esistono prezzi differenti a seconda del momento nel quale viene erogata la corrente. Generalizzando, durante i giorni festivi e a partire da una certa ora la sera per terminare alla mattina presto, il costo sarà inferiore rispetto a quanto normalmente praticato. L’Autorità per l’Energia ha definito le fasce di cui la più cara è quella che va dal lunedì al venerdì dalle 8,00 di mattina alle 19,00 di sera. La fascia intermedia (7,00/8,00 e 19,00/23,00) può anche essere praticata dal vostro gestore per cui è preferibile confermare il fatto che sia applicabile.

Una volta avuto conferma del fatto che anche il vostro gestore di energia elettrica applichi tariffe diversificate, potrete decidere di fare il bucato proprio all’interno di quella dove il costo dell’erogazione elettrica sia il più basso per avere un evidente ritorno economico che alleggerisca la bolletta dei consumi.

Suggerimenti intelligenti di cui tener conto per continuare a risparmiare

Tutte le case produttrici di lavatrici, nel libretto di istruzioni che accompagna questo elettrodomestico, fornisce una serie di consigli utili e di avvertenze che quasi nessuno legge mai perché sono ritenute superflue. Invece, queste informazioni risultano molto appropriate non solo per mantenere in piena efficienza la lavatrice ma anche per il suo intelligente utilizzo incluso il modo per risparmiare sui suoi consumi.
Questo è quanto tutte le aziende produttrici consigliano e che vi invitiamo a seguire per un intelligente risparmio di sprechi evitabili solo applicando un po’ di buon senso.
– Fare il bucato solo quando la lavatrice è a pieno carico: in questo modo si ottimizza il consumo che viene ripartito per più capi e il consumo di detersivo e di corrente è ammortizzato in modo ideale.
– Evitate di scegliere il lavaggio con una temperatura troppo elevata perché questa sfrutta tutta l’energie possibile. Anche ad una temperatura più bassa il risultato di avere panni puliti ed igienizzati è garantito alla stessa maniera.
– Non scegliete di fare il prelavaggio laddove i panni non siano così sporchi da ritenerlo indispensabile. Questo comando, che lo crediate o no, vi fa raddoppiare il costo del consumo sia dell’acqua che della corrente elettrica.
– Mantenere efficiente la lavatrice significa, oltre che ad assicurarle una lunga vita, anche evitare sprechi di energia. Il calcare che fisiologicamente si deposita all’interno e i residui che rimangono attaccati al filtro, devono essere periodicamente puliti: il primo con un anticalcare e il secondo semplicemente smontando il filtro e lavarlo sotto acqua corrente fredda.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli