22 ottobre 2017

Sistema Sanitrit per ogni soluzione

sanitrit

Forse qualcuno ha sentito parlare del sistema Sanitrit per il bagno ma non sa di cosa si tratta. Altri hanno avuto modo di informarsi da idraulici esperti che lo hanno spiegato in occasione di una possibile ristrutturazione del proprio appartamento progettando di realizzare un nuovo bagno di servizio. Per conoscere cosa è e come funziona questo sistema basta continuare a leggere questa breve spiegazione.

Sanitrit e risolvi i problemi

E’ bene sapere che il sistema nasce per ovviare al problema di creare, in caso di ristrutturazione, un secondo bagno ricavato da spazi dedicati ad altri usi e che non vi è possibilità alcuna di accedere alla colonna di scarico dei servizi igienici.  Avendo bisogno di utilizzare di tubi di un certo spessore che percorrono una certa pendenza al fine di convogliare i liquami nella colonna fecale, laddove questo innesto sia impossibile o particolarmente problematico, si ovvia a questa necessità adoperando il sistema Sanitrit.

Il sistema prende nome dal Brand del primo costruttore ed ideatore di questa innovazione – poi realizzata anche da altre realtà-  che ha inventato quello che è un trituratore per wc.
Si tratta di un apparecchio di ingombro contenuto che assolve il compito di triturare ogni prodotto che arriva da apparecchi sanitari e di pomparlo anche in altezza e lunghezza.
L’operazione di trituramento modifica i liquami che così diluiti non presentano il problema di essere incanalati in tubi aventi un ridotto diametro: è sufficiente un tubo di 32 mm. rispetto ai 90 mm. minimo che sono richiesti da un normale scarico wc.
I modelli Sanitrit si diversificano tra quelli per scarichi di acque nere e quelli dedicati agli scarichi di acque bianche. 

Pro e contro del Sanitrit

E’ necessario affidare a degli idraulici esperti il compito di creare i necessari collegamenti e, sempre attraverso loro, venire a conoscere i punti positivi e quelli negativi del sistema Sanitrix .
Appare evidente che si tratta di un sistema funzionale che disinibisce il dogma di mettere il wc solo dove passa sotto la colonna di scarico, permettendo di posizionare un secondo bagno anche dove non sarebbe possibile.
Nelle annotazioni negative va detto che è un sistema che quando è attivato, produce un rumore fastidioso che, però, può essere attutito utilizzando degli sportelli ai quali si è applicato del materiale fono isolante.
Altro punto negativo è quello che il sistema è legato alla corrente elettrica e quindi, in caso di black out, il bagno non si può utilizzare.

Temendo le temperature elevate, il Sanitrix potrebbe surriscaldare il motore e bloccarsi ed è abbastanza opportuno evitare di gettare acidi di qualsiasi tipo come gli anti ingorganti.
I pro sono legati alla fisiologica identità di un sistema che può essere posizionato dovunque ed assolvere ai suoi compiti per garantire un secondo bagno a tutti gli effetti.
Chiedere a degli idraulici esperti la soluzione più idonea per risolvere ottimalmente le esigenze personali nel contesto della creazione di un secondo bagno, è sicuramente un passaggio obbligato da fare e garantisce di acquisire la opportuna consapevolezza.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli