20 settembre 2017

M5S, “ma i referendum promessi?”

“E in particolare di essere da subito pronto a firmare il patto sulla partecipazione dei cittadini anche attraverso referendum propositivi e abrogativi approvando in consiglio comunale, rapidamente, il regolamento attuativo entro l’estate – si legge nella nota – Non sappiamo quanto duri l’estate in casa Montino: per i cittadini di Fiumicino è inverno inoltrato, ma la promessa elettorale, grazie alla quale il centrosinistra si accaparrò la fiducia anche di qualche elettore 5 Stelle, è rimasta lettera morta. Già a settembre la consigliera M5S Fabiola Velli si era mossa presentando, presso la Commissione Trasparenza da lei presieduta, una proposta di regolamento attuativo inoltrata poi al sindaco come richiesta di iniziativa. Fino ad ora non ha ottenuto nessuna risposta. In data 8 gennaio, la consigliera Velli ha pertanto presentato una mozione richiedendo al Sindaco l’impegno ad approvare al più presto il regolamento attuativo del referendum promesso a giugno dallo stesso sindaco. L’approvazione di tale regolamento è necessaria per consegnare finalmente alla cittadinanza un importantissimo strumento di democrazia, quello del referendum propositivo e abrogativo, previsti dallo Statuto del Comune già da oltre 10 anni.  (http://www.comune.fiumicino.rm.gov.it/up/M297/documenti/4daedb8de162a.pdf – articolo 7 “Referendum consultivi e propositivi”). I referendum propositivi o abrogativi sono strumenti utilissimi, specie nei casi in cui l’amministrazione prenda decisioni a forte impatto sulla vita dei cittadini: installare nuovi gassificatori per lo smaltimento dei rifiuti? Costruire parcheggi multipiano in pieno centro? Scavare un sottopasso nonostante la fuoriuscita di geyser dal sottosuolo? Realizzare il porto commerciale? Sono solo esempi dei temi sui quali i cittadini potrebbero esprimersi direttamente, se solo la giunta si decidesse a concedere loro ciò che gli spetta di diritto. L’unico modo che il cittadino ha per essere governato da una buona politica è vigilare sulla politica stessa. Per questo motivo è indispensabile che i cittadini conoscano i propri diritti, così che sappiano se tali diritti vengono violati, negati o persino occultati, come sta facendo la giunta comunale in questo momento. A sostegno della mozione della consigliera Velli, il M5S di Fiumicino sta organizzando già a partire da questa settimana una raccolta firme presso gli Info-point che saranno dislocati sul territorio. I cittadini interessati potranno trovare ulteriori informazioni sulle nostre pagine Facebook e sul MeetUp di zona”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli