24 ottobre 2017

Macchiagrande, visitatori a rischio

parcheggiowwf Questo incremento sta però facendo emergere in modo sempre più evidente un grave limite per l’Oasi di Macchiagrande, ovvero la mancanza di un’area di parcheggio adeguata alle aumentate esigenze e la pericolosità della situazione attuale per le comitive in visita. Le foto sono una chiara dimostrazione del rischio a cui sono esposti gli studenti quando devono entrare nell’oasi, costretti come sono ad attraversare la strada e a camminare lungo il viale tra macchine e mezzi pesanti che spesso sfrecciano a velocità eccessiva in prossimità di un incrocio, quello tra viale Castellammare e via della Veneziana, dove oltretutto manca un’adeguata segnaletica orizzontale e verticale. C’è chi ha avanzato come soluzione la possibilità di utilizzare a parcheggio il tratto di via della Veneziana che corre lungo l’oasi, diventato molto più ampio dopo i lavori di potatura effettuati quest’inverno dalla Maccarese Spa, e quasi del tutto ininfluente per la circolazione cittadina. Un’ipotesi che merita di essere presa in seria considerazione.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli