23 settembre 2017

Mare Sicuro 2013, i numeri

Salvaguardia della vita umana in mare, tutela dei consumatori nel consumo di prodotto ittico, tutela dell’ambiente marino, corretta fruizione del demanio marittimo, sicurezza della navigazione. Sono questi i principali obiettivi focalizzati dal Comandante della Capitaneria di Porto di Roma, Capitano di Vascello Lorenzo Savarese, nel presentare i dati dell’attività (di seguito ricapitolati) che ha impegnato, a mare e a terra, 202 uomini e donne della Guardia Costiera di Roma, durante la stagione balneare appena conclusa.
Particolare interesse ha suscitato la descrizione di operazioni di contrasto all’abusivismo demaniale, come quella sulle spiagge libere di Castelporziano e di Capocotta – che hanno portato complessivamente alla denuncia di 31 persone ed al sequestro di 4 chioschi, 1 ristorante e 26 tende da campeggio oltre al rinvenimento di ben 750 grammi di sostanze stupefacenti – e le attività di vigilanza a tutela dell’ambiente marino, soprattutto nell’Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno – nella quale sono stati effettuati 572 controlli per un totale di 8173 ore di moto in attività di vigilanza.

I Numeri:

Attività di ricerca e soccorso: mezzi nautici impiegati: 18; miglie nautiche percorse: 867; numero di missioni svolte: 65; persone soccorse: 105; unità da diporto assistite: 38. Attività di polizia a tutela del demanio marittimo: Controlli effettuati: 1299; Infrazioni amministrative (per inosservanza alle ordinanze balneari): 62; Sanzioni pecuniarie: 140182,00 euro; notizie di reato (abusi sul demanio marittimo/occupazioni abusive): 12. Controlli sulla filiera della pesca: Controlli effettuati: 1323; Infrazioni amministrative: 87; notizie di reato: 3; sequestri: 45; prodotto ittico sequestrato: 5000 chili; sanzioni pecuniarie: 105524,00 euro. Controlli a tutela dell’ambiente marino: Controlli effettuati: 1069; ore di moto con mezzi navali: 8173; miglie nautiche percorse: 11508.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli