26 settembre 2017

Mario Russo passa il testimone

La lista porterà il suo nome (si chiama Lista Civica Mario Russo). Ma lui non correrà in questa tornata elettorale. Farà da supervisore. Metterà a disposizione la sua esperienza. Nella lista che sarà ufficializzata il prossimo 26 aprile, ci sono i consiglieri comunali uscenti Valerio Addentato, Roberto Merlini e Danilo Rocca. Con loro una larghissima fetta della società civile di Fiumicino. Undici donne, tredici uomini. Anche qui la “quota rosa” di un terzo è stata largamente superata.

“Abbiamo deciso di appoggiare la candidatura di Mauro Gonnelli – afferma Mario Russo – perché era la scelta giusta. È un ragazzo giovane, del territorio. Non abbiamo fatto l’errore di altri che hanno scelto una persona vecchia, che vive a Roma, che non conosce nulla di questo territorio. Noi vogliamo il bene di Fiumicino, il bene di questo territorio. Non vogliamo svendere la nostra autonomia. Fiumicino deve essere governata da chi è nato e cresciuto a Fiumicino e non da un pendolare”.

Alla presentazione era presente anche Luciano Ciocchetti: “Il zigzagare tra Pdl e Pd non premia e gli elettori moderati ce lo hanno detto chiaramente. Io, con Russo, Addentato, Merlini, Rocca e altri amici abbiamo fatto una scelta di campo nel centrodestra. Mauro Gonnelli è la persona ideale. Dall’altra parte c’è solo un vecchio attrezzo della politica. Lo conoscono tutti. Oggi dice a no a priori per inseguire i grillini, ma se malauguratamente fosse eletto, quei no si trasformerebbero in sì. Il Pd? Entro qualche mesi si dividerà”.

“Quella di Russo, Merlini, Addentato e Rocca – ha detto il candidato sindaco del centrodestra, Mauro Gonnelli – è stata una scelta coraggiosa. Hanno deciso di uscire da un partito nel quale non si riconoscevano più per coerenza. Stare un po’ di qui un po’ di là, come ha scelto di fare un consigliere comunale passato con Montino non premia. I voti non si mettono all’asta. Le scelte si fanno con dignità”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli