25 settembre 2017

Max Paiella a Parco Leonardo

“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi… escort da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di harcòre. E ho visto i raggi Btp balenare nel rating vicino a Monti, la Merkel e Sarkozy E tutti quei momenti andranno perduti nel default come euro nella pioggia. È tempo di tecnici”. Così inizia Belpietro stile Blade Runner, ma l’atmosfera inquietante viene subito interrotta dall’intervento perentorio dell’acquagym del “Ruggito del coniglio” che ristabilirà il tono degli spettatori! Poi tutti personaggi da cui Max Paiella è impossessato come Vinicius Du Marones, Fata Paiella, Bublé, Parakulis, Coricidin, e i giornalisti a cui Max chiede consigli: Belpietro e Minzolini in fase di ricollocazione, Cicchitto con il menù dell’hosteria delle libertà, Signorini e la sua opinione fucsia, in un gioco di apparizioni e sparizioni. Altri consigli li darà infine Alemanno forte della sua esperienza di sindaco della città eterna. Siamo vicini alla fine del mondo o è l’inizio di un’altra epoca?! La Paiellata racchiude un concentrato di pezzi comici, canzoni, caricature surreali di personaggi del giornalismo e della politica: uno spettacolo da non perdere, tutto da ridere. Si continua il 13 agosto ad Aranova con il comico bolognese Vito alle 21, preceduto, alle 18,30 dalla linea M8 dedicata ai bambini con “C’erano una volta il bosco e la palude” a cura dell’Associazione Biblioteca dei Piccoli.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli