23 ottobre 2017

Merce contraffatta, presi cinque senegalesi

L’operazione volta a disarticolare la filiera del falso condotta dai Finanzieri della Compagnia di Fiumicino,  ha permesso di individuare il centro di confezionamento della merce, ubicato in un appartamento di circa 70 mq a Ladispoli.  L’immobile, abitato da 5 senegalesi, era stato adibito a laboratorio clandestino, in cui venivano assemblati capi di abbigliamento e accessori vari, mediante la rifinitura e l’applicazione di etichette su prodotti privi di marchio. Venivano in tal modo realizzati numerosi articoli contraffatti, recanti note “griffes” tra cui Blauer, Hogan, Moncler, Gucci, Dolce & Gabbana, Louis Vouitton, Fendi, Prada.  I prodotti venivano anche confezionati in scatole e buste recanti i citati marchi, in modo da renderli il più possibile simili agli originali. L’operazione della Guardia di Finanza ha permesso di rinvenire complessivamente diverse macchine da cucire ed altre attrezzature per il confezionamento, 100 paia di scarpe, 200 capi di abbigliamento, 1000 tra accessori ed etichette recanti i vari marchi. L’intero opificio, i macchinari e la merce contraffatta sono stati sottoposti a sequestro. I 5 cittadini senegalesi sono stati denunciati per i reati di contraffazione, frode in danno delle industrie nazionali, frode in commercio, vendita di prodotti falsi e ricettazione nonché per l’inottemperanza ai decreti di espulsione dal territorio nazionale.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli