22 settembre 2017

Moria api, appello alla Maccarese

Spettabile Maccarese – Egregio Presidente Benetton

 Vi comunichiamo con la presente il verificarsi di casi di moria delle api sia in ambito nazionale sia in ambito locale. Come da ricerche effettuate, tra i principali responsabili di detta moria possiamo annotare gli agrofarmaci neonicotenoidi ed una serie di insetticidi specificamente dannosi per l’ape. Per quanto attiene ai neonicotenoidi, si tratta, come sicuramente di vostra conoscenza, di sostanze usate per la concia dei semi di mais e girasole (gaucho, poncho, cruiser, aktara e tra gli insetticidi il confidor). Nelle regioni del nord Italia, tradizionalmente vocate alla coltura del mais il problema dell’impatto dei neonicotenoidi sulle famiglie di api è letteralmente esploso tanto da sollecitare l’intervento sia dell’Apat che del Ministero Agricoltura. In Francia le sostanze su indicate hanno avuto la sospensione alle licenze di uso, di fatto non sono più utilizzabili.La scrivente Associazione “II bugno villico” richiede con la presente alla Società Maccarese di adottare sistemi di gestione delle semine di mais senza neonicotenoidi e tali da non addurre rischi alle popolazioni di api insistenti sul territorio ed all’ambiente.Consapevoli che ogni passo che determina azioni di cambiamento è sicuramente faticante riteniamo che lo sviluppo di una agricoltura consapevole sia anche negli obiettivi della vostra società, confidiamo pertanto nella vostra attenzione ed in attesa anche di un incontro porgiamo i nostri cordiali saluti. (Elisabetta Della Manna)

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli