26 settembre 2017

“No Equitalia, sì Fiumicino Tributi”

“Una revisione giusta ma che non cambia le cose: la gestione della riscossione delle imposte nei comuni, come Fiumicino, deve essere di competenza delle Municipalizzate e nel nostro caso della Fiumicino Tributi – sottolinea De Vecchis – Dobbiamo puntare a un servizio di riscossione territoriale con sede locale e soprattutto con operatori radicati nel tessuto sociale, che conoscano le dinamiche economiche e industriali di dove operano. Oggi la Fiumicino Tributi è una realtà consolidata che negli anni è cresciuta grazie all’impegno dei suoi dipendenti e a una costruttiva concertazione sindacale che ha saputo ben coniugare i legittimi interessi dei lavoratori con quelli della collettività. La Spending review che il governo e il commissario Carlo Cottarelli vogliono applicare nei confronti delle municipalizzate, non ha nulla a che vedere con realtà come la Fiumicino Tributi produttiva e che produce utili e lavoro. L’apertura degli uffici anche il Sabato è un’ulteriore prova di affidabilità, senso di responsabilità e dedizione da parte dei dipendenti e delle sigle sindacali che a fronte di alcun aumento salariale e di nessun benefit permetteranno ai cittadini di fruire di un ulteriore servizio e agevolazione”.

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli