17 dicembre 2017

Nord Comune, acquedotti da Arsial ad Acea

È stato firmato ieri mattina presso la sede del Comune di Fiumicino il protocollo d’intesa per la definizione delle modalità di trasferimento degli acquedotti Prataroni, Tragliata, Tragliatella e Testa di Lepre dall’Arsial al Comune di Fiumicino territorialmente competente e della gestione ad Acea Ato2. Lo scopo del protocollo è quello di tracciare tutte le attività che ciascuna delle parti dovrà porre in essere per il trasferimento della gestione e della proprietà degli acquedotti ARSIAL ricadenti prevalentemente nel territorio del Comune di Fiumicino. L’affidamento ad Acea Ato2 Spa per la gestione nell’ambito del Servizio Idrico Integrato, avverrà in forma gratuita, nelle more del perfezionamento degli atti di cessione patrimoniale delle opere. Alla firma del protocollo erano presenti il sindaco del Comune di Fiumicino, Esterino Montino, insieme all’assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Caroccia, l’amministratore unico dell’Arsial, Antonio Rosati, il responsabile pianificazione e investimenti di Acea ATO2 Giorgio Martino e per la segreteria tecnica operativa dell’Ato2 Lazio centrale-Roma, Sandro Piotti.  “Ringrazio Arsial, Acea e Ato2 Lazio centrale-Roma –afferma il sindaco di Fiumicino Esterino Montino-  per questo atto storico che affronta un problema, quello della scarsità o anche totale mancanza d’acqua a Testa di Lepre, Tragliata e Tragliatella, che da decenni impegna enti e istituzioni ad affrontare innumerevoli disagi a famiglie che, in molti casi, soprattutto in questo periodo sono allo stremo. Questo protocollo rappresenta una svolta per la gestione idrica di tutta l’area nord del Comune, quella facente riferimento all’ex Ente Maremma, per intenderci. Un’area vastissima, che solo per il Comune di Fiumicino vede 33 chilometri di condotte. Con questo protocollo tracciamo una strada dettagliata per trasferire la gestione di acquedotti ormai vetusti, quasi ‘colabrodo’, dall’Arsial all’Acea che andrà a prendere in carico reti idriche molto degradate, impegnandosi in un piano di interventi per portare l’acqua potabile in tutte le case. In una prima fase riusciremo a intervenire su via Pedroli a Testa di Lepre e strade limitrofe dove il Comune di Fiumicino ha finanziato e messo in opera una conduttura di circa 4 chilometri che ci consentirà di portare l’acqua potabile in molte case della zona. Stiamo aspettando l’idoneità da parte della ASL in merito alla potabilità dell’acqua distribuita, condizione necessaria al trasferimento della gestione ad ATO2. È la prima fase di un trasferimento di competenze e di gestione su serbatoi e condotte che ci porterà ad affidare ad Acea la gestione totale del servizio idrico nel nord del territorio”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli