22 ottobre 2017

Nuclei aperti di notte, revocata la chiusura

protesta-fregene

È stato revocato il provvedimento di chiusura dei Nuclei di Cure Primarie di Fregene, Fiumicino e Casal Bernocchi. La decisione è stata presa poco fa nel corso di una riunione che si è tenuta tra i vertici della Asl e le rappresentanze sindacali. È stato lo stesso Giuseppe Legato, commissario straordinario della Asl, a comunicarla durante l’incontro. “Una situazione che non è stata gestita al meglio – dichiara Giuseppe Conforzi presidente del sindacato Uil Fpl che ha partecipato alla riunione – Legato ci ha fatto sapere che ha ritirato la sua decisione, i Nuclei di Cure Primarie di Fregene, Fiumicino e Casal Bernocchi non chiuderanno più la notte. Sono state trovate altre risorse per reperire il personale infermieristico che manca all’ospedale Grassi di Ostia, in parte interne e in parte esterne”.
La notizia si è diffusa mentre era in corso la manifestazione organizzata dalle associazioni Vivere Fregene, Comitato cittadino 2.15 e Confcommercio Fiumicino, a cui hanno aderito almeno un centinaio di persone, insieme al vice sindaco Anna Maria Anselmi e al consigliere comunale Giuseppe Pavinato,  che hanno dato vita anche a un mini corteo che si è svolto nella massima tranquillità anche per l’annuncio della mancata chiusura che era subito circolato tra i partecipanti.
“Siamo molto soddisfatti  e sollevati dalla revoca del provvedimento di chiusura – dichiarano i presidenti delle tre associazioni Angelo Giavara, Pietro Valentini e Franco Del Monaco – continueremo però a vigilare con la massima attenzione affinché non vengano compiuti altri tentativi di riorganizzazione del personale sanitario che penalizzino il Nucleo di Cure Primarie di Fregene. Oltre a ringraziare quanti hanno partecipato, questa mattina, durante la manifestazione di protesta a Fiumicino, abbiamo consegnato direttamente nelle mani del sindaco Montino la nostra sottoscrizione che ha raggiunto le 1.200 firme”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli