22 settembre 2017

Orlandi, è qui la festa

Orlandi, è qui la festa

Poter presentare un’azienda che arriva a 40 anni di servizio in salute e con un radicamento nel territorio intatto nonostante i tanti cambiamenti, è un’occasione da non perdere, soprattutto in un frangente così difficile per il commercio locale, con tante attività in affanno e con un futuro incerto. La Signora Patrizia De Santis accetta di buon grado il nostro invito, ma se trovarla non è un problema perché del negozio lei è sempre stata la colonna portante, parlarle senza interruzioni dei clienti è impossibile, nonostante il valido supporto offerto da Maria e Raffaella, da tanti anni al suo fianco. Si sta infatti avvicinando Carnevale, e nel negozio di via Arsia a Fiumicino è già un continuo via vai di famiglie che sanno di poter andare a colpo sicuro da “Orlandi” per trovare ciò che cercano. “Essere sempre pronti con un vasto assortimento in tutte le feste e festività come in tutti gli appuntamenti tradizionali dell’anno, ad esempio l’inizio delle scuole o della stagione estiva, è sempre stato un nostro punto di forza – spiega Patrizia – questo ci permette di essere ancora un punto di riferimento importante per tutto il territorio”.
Oggi, come dalla sua apertura, o per meglio dire dal primo allargamento, verso il ’75, della piccola tabaccheria – cartoleria di famiglia in un negozio più ampio di giocattoli, oggettistica e casalinghi. “Fu mio marito Dario, che già lavorava come grossista, ad avere l’iniziativa ampliando il negozio nei locali ancora liberi di questa palazzina acquistata anni prima dai suoi genitori. Ci siamo sposati nel ‘78 e io, che già frequentavo il negozio, ricordo come nei primi anni si occupava con delle scaffalature lo spazio aperto, che al tempo era il vialetto di ingresso alle abitazioni al piano superiore, pur di ampliare l’esposizione!”.
La tabaccheria è rimasta in via Arsia fino al 2007, trasferendosi dopo in un bel locale di via Trincea delle Frasche, per il resto Orlandi è rimasto quello di sempre, il grande primo salone, con angolo cartoleria, dedicato all’esposizione del momento, in questo periodo pieno di maschere di ogni tipo. Poi il secondo salone, sempre ampio, è dedicato all’oggettistica da regalo, quindi la terza sala, la più grande, piena di giocattoli, ovunque si guardi, con una scelta praticamente infinita per i bambini da 0 ai 15 anni e oltre (esclusi gli elettronici, se non quelli Clementoni), senza contare i giochi di società anche per adulti, più ancora un ultimo spazio dedicato principalmente ai casalinghi.
“Con l’andare degli anni sono cambiate tante cose e questo ha modificato anche la nostra offerta, ad esempio un tempo con le famiglie più numerose si regalavano molti più servizi di piatti e batterie di pentole di oggi – continua Patrizia – noi, però, siamo comunque riusciti a fare la nostra parte, grazie a prezzi sempre competitivi e un assortimento dove non mancano mai le ultime novità. A questo, poi, aggiungerei anche il buon nome che ci siamo conquistati in tutti questi anni, per la puntualità verso i fornitori come per l’attenzione verso i clienti, cosa che ci ha permesso, tra l’altro, di affrontare senza troppe conseguenze l’arrivo dei centri commerciali. E anche per questo motivo, oltre che per motivi affettivi, che non abbiamo mai voluto cambiare sede. Orlandi in via Arsia è ormai un’istituzione!”.
Non fa tempo a dirlo che subito interviene una cliente, la signora Annamaria, che con piglio deciso conferma: “dovete proprio scriverlo, qui da Orlandi sono venuta da bambina con mia madre, poi con i miei figli e ora con i miei nipoti, e così tantissime altre persone di Fiumicino!”. Una fidelizzazione ormai generazionale che poggia, oltre che sulla fiducia e l’ottimo servizio, su un altro elemento decisivo: il grande assortimento offerto dal magazzino all’ingrosso di giocattoli a Ciampino gestito da Dario Orlandi insieme ai figli Stefania ed Edoardo, cresciuti a Fiumicino e ora entrambi sposati e con figli, che hanno scelto di abitare negli appartamenti al piano superiore del negozio. Un legame quindi con il territorio che rimane saldo e che assicura in prospettiva una continuità destinata a durare nel tempo.
Orlandi e Fiumicino, la storia continua.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli