25 settembre 2017

Passoscuro, pulizia sulla “Dolce Spiaggia”

Organizzata da un gruppo di cittadini per Legambiente, come anche negli anni passati, la giornata aggiungerà alla ripulitura del’area di Foce del Rio Tre Denari, anche una degustazione offerta dagli agricoltori della zona. L’intenzione è dimostrare l’impegno della popolazione locale a sostegno dei valori della difesa e del rispetto del territorio, contro il degrado e per un turismo sostenibile, ed acquista una valenza ancora più forte dopo il grave episodio di inquinamento delle acque del fiume, avvenuto venerdì scorso. I volontari sono riusciti a coagulare intorno all’iniziativa una gran numero di associazioni: oltre a Legambiente, che sarà rappresentata dal responsabile Roberto Scacchi e dal Circolo di Garbatella, anche WWF,  Slowfood, il Comitato per la Riserva del Litorale Romano, e molti gruppi locali da Un fazzoletto nel mondo all’Associazione Passoscuro nel Web. Determinante il contributo di insegnanti, bambini e genitori del 157° Circolo Didattico di Torrimpietra. Hanno assicurato la loro presenza il Comune di Fiumicino e i Carabinieri. Particolarmente graditi gli auguri di Fulco Pratesi, presidente onorario del WWF, molto affezionato a questi luoghi. Collabora per la rimozione dei rifiuti raccolti dai volontari la Fiumicino Servizi. Per Dolce Spiaggia si è mobilitata tutta la comunità, con la partecipazione di alcuni esercizi commerciali e balneari, e soprattutto con le generose donazioni di prodotti locali da parte degli agricoltori, felici di rafforzare la solidarietà tra tutte le presenze che nel territorio di Passoscuro, Palidoro, Maccarese e delle campagne circostanti la Via Aurelia individuano nella salvaguardia del verde e della terra produttiva il vero volano di sviluppo della nostra zona. Mentre cresce la mobilitazione contro l’annunciata mega-discarica a Castel Campanile, contro l’ampliamento dell’Aeroporto di Fiumicino, contro l’appesantimento di infrastrutture e di cemento, contro gli abusi, contro gli scarichi illegali, “Dolce Spiaggia” si propone di suggerire un diverso modello di sviluppo, che guardi alla ricchezza produttiva e alla bellezza dei nostri luoghi come la vera opportunità per il nostro futuro.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli