24 ottobre 2017

Pescatori in sciopero fino a domenica

 

È stata una settimana intensa per gli armatori, tanto che la mattina di mercoledì 25 gennaio di fronte a Montecitorio è stata fatta una manifestazione dalle associazioni dei pescatori per protestare contro le nuove misure introdotte in materia di pesca. Un gruppo di circa 300 persone si è ritrovato nello slargo antistante la sede del Parlamento dando vita ad un sit-in con megafoni e striscioni: i manifestanti accusavano il Governo di voler aumentare i costi dell’attività ittica penalizzando i lavoratori del settore. Durante il sit-in sono state lanciate numerose bombe carta. “Abbiamo protestato in merito a 3 punti principali cioè il  caro-carburante, la licenza a punti e il pacchetto che introduce tutte le norme di sicurezza – ha fatto notare  Gennaro Del Prete, presidente della “Pesca Romana” di Fiumicino – La Comunità Europea ci sta riducendo all’osso, con le varie normative che vogliono imporre stanno aumentando i costi gestionali in maniera per noi insostenibile. Le norme introducono una certificazione del prodotto, una dichiarazione di sbarco, una dichiarazione di vendita, una di tracciabilità del prodotto e tutti questi sono costi di gestione che aumentano e gravano su di noi. Così andiamo tutti quanti per strada”. Del Prete ha aggiunto che il regolamento “sarebbe anche legittimo ma il pacchetto emanato dal governo è molto confusionario e non è accurato nella descrizione delle procedure e nella definizione delle autorità competenti”. Secondo il presidente della “Pesca Romana” bisognerebbe “semplificare le procedure” dopo una consultazione con le associazioni di base dei pescatori perché “le Federazioni – i sindacati dei pescatori – non rappresentano davvero gli interessi dei lavoratori della pesca, ma rappresentano solo i loro”. Dopo una contrattazione, una delegazione è riuscita farsi ricevere in Parlamento per essere accolta dall’onorevole Russo del PdL: secondo quanto riferisce sempre Del Prete, la delegazione ha ottenuto la promessa della cancellazione dell’IVA sul gasolio da utilizzare come carburante per i pescherecci.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli