24 settembre 2017

Presentata la nuova Pro Loco

 

tabella_pro_loco_lgt p.lefregene29lug

Per la prima volta sono state riunite all’interno dell’associazione tutte le anime della località: il consorzio Fregene Sicura, i sindacati dei balneari e dei chioschi, la Confcommercio, rappresemtamti del mondo della cultura, delle fondazioni scientifico, delle professioni e degli artigiani. “Già Anna Fendi si è messa a disposizione, anche finanziariamente – annuncia Vanzina – per abbellire il Villaggio dei pescatori”. Questo luogo meraviglioso che è Fregene, un posto dell’anima, magico, con tanta storia e gloria che nel corso degli anni – afferma nella presentazione odierna Vanzina – ha convissuto con il turismo, il cinema, ma anche con i disastri del territorio, gli abusi, l’indifferenza degli abitanti. Un gruppo di persone motivate, della società civile, ha deciso di rilanciarlo: ho accettato di fare il presidente di un direttivo che vuole dare un segnale di svolta dicendo anche basta alla sussidiarietà del Pubblico; troveremo risorse e idee per fare in tre anni azioni concrete e per ridare, tutti uniti, alla gente l’orgoglio per questo luogo. Il comune di Fiumicino sarà il primo interlocutore ma porremo attenzione anche su temi come l’ampliamento dell’aeroporto e la realizzazione sul territorio limitrofo della discarica. Quando penso a Fregene la prima immagine che mi viene in mente è me bambino con mio fratello allo stabilimento Toni”.
Tra le priorità dell’azione della nuova pro loco l’inquinamento marino, le strade, il decoro, la viabilità, la sicurezza, la gestione diretta della pineta, il lungomare ed il Villaggio dei pescatori. La prima operazione in cantiere è quella della riqualificazione dei viali di ingresso, accanto a tabelle di benvenuto e di arrivederci: la prima è stata già installata su viale della Pineta (nella foto), ed altre arriveranno su viale della Veneziana e a Maccarese. Inoltre la cura dei giardini pubblici e delle aiuole e l’apertura delle visuali a mare: lo stabilimento Il Lido ha già raccolto l’invito, togliendo le barriere proprio sul piazzale di Fregene, permettendo ora la vista diretta del mare dalla strada (nella foto). Per il decoro urbano ragazzi volontari segnaleranno eventuali abusi, ad esempio volantini attaccati ai pini o striscioni sulla recinzione della pineta. È  stata lanciata la campagna di dissuasione “Fregene vuole il tuo rispetto”, un decalogo di comportamenti virtuosi da seguire. Inoltre nuove idee sulla pineta, sul mare, sulle piste ciclabili, sul potenziale turistico: è partito il “Fregenestate”, un format con cui lanciare eventi di cabaret, musica e cinema. Ad agosto ci sarà una giornata degli aquiloni e una della bicicletta, da trasformare nel simbolo di Fregene. A settembre una serata ricordo per Walter Chiari e in futuro iniziative sul cinema. Creata infine “Fregene E20”, un’agenda unica di manifestazioni estive per promuovere e non far sovrapporre le iniziative sul territorio. La nuova Pro Loco è partita, ora la speranza è che l’entusiasmo dei consiglieri sia contagioso anche per i residenti.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli