21 settembre 2017

Pro Loco, le elezioni nel week end

Pro Loco, le elezioni nel week end

Ci siamo. Domani e domenica, all’interno del punto informazioni tra viale della Pineta e viale Sestri Levante, dalle 9.00 alle 13.00, si svolgeranno le elezioni per il rinnovo del Direttivo della Pro Loco di Fregene e Maccarese. Hanno diritto al voto i soci iscritti 30 giorni prima delle elezioni, si può votare con la tessera, la ricevuta di iscrizione o un documento, il voto può avvenire anche per delega, ciascun socio può essere destinatario di una sola delega; la dichiarazione di delega deve essere sottoscritta dal delegante in un foglio che rechi la fotocopia di un documento di identità valido del medesimo delegante. 

Ripresentiamo le liste e i programmi delle due formazioni in lizza: 

Il Programma della lista
“INSIEME per FREGENE e MACCARESE”

Le Pro Loco sono associazioni di volontariato finalizzate allo sviluppo turistico ed economico di territori del Paese. I consiglieri e i soci  sono volontari che prestano la propria opera gratuitamente. Si tratta di un accordo privato tra singoli cittadini che vogliono sviluppare, insieme, delle forme di attrattiva “turistica” e di tutela dell’ambiente per la propria comunità. 
Il Turismo, infatti,  è un settore vasto e complesso al quale sono strettamente legati una serie di altri ambiti. Non si può parlare di turismo se non si affronta la questione della qualità del mare e dell’ambiente; non si può parlare di turismo se non consideriamo l’importanza che assumono il paesaggio, il patrimonio naturalistico e archeologico, le strutture ricettive e i servizi, e naturalmente la cultura, gli spettacoli, lo sport e tutte le opportunità per impiegare il tempo libero in modo piacevole e gratificante. Insomma parlare di Turismo significa parlare della qualità della vita in tutti i suoi aspetti.
Complessivamente possiamo affermare che le finalità della nuova Pro Loco si possono riassumere nel miglioramento della fruizione e dell’attrattività di Fregene e di Maccarese.   La Pro Loco darà il suo contributo materialmente, organizzando iniziative in proprio in questi settori e favorendo e sostenendo, per quanto possibile, quelle del Comune e delle Associazioni operanti nel territorio.

Interventi immediati
a) la Pro Loco intende promuovere il coordinamento della realtà associativa del territorio. È necessario perciò censire tutte le Associazioni (culturali, di spettacolo, musicali, sportive, ambientaliste, quelle indirizzate all’infanzia, ai giovani e agli anziani, etc.) presenti ed operanti. Verrà creata una rete tra le Associazioni e tra Associazioni e Pro loco. Sarà cura della Pro loco coinvolgere maggiormente  le realtà associative  creando nuove occasioni di aggregazione sociale e culturale con particolare riguardo alla popolazione infantile e giovanile;
b) sostegno alla Manifestazioni “storiche”: Notte bianca (21 giugno); Eventi estivi in Pineta; Mercatini; Notte bianca (21 settembre); Natale; Carnevale; altri eventi (Halloween, Befana, …);
c) ideazione e programmazione di nuove manifestazioni;
d) promozione della cultura dell’accoglienza e dell’informazione, anche con l’apertura di appositi sportelli;
e) pianificazione di iniziative utili allo sviluppo della conoscenza delle attrattive del territorio proposte per la migliore gestione dei servizi di interesse turistico;
f) Comunicazione attraverso mezzi moderni di informazione quali, oltre al proprio sito, facebook e twitter; 
g) apertura giornaliera della casetta all’incrocio tra viale della Pineta e viale Porto Azzurro: sede della Pro-loco e Info-point. Interventi su Argomenti di interesse locale.

Interventi su argomenti di interesse locale
La nostra Pro Loco  svolgerà una funzione di osservazione sugli argomenti di interesse locale strettamente connessi alla qualità della vita, esercitando un ruolo di affiancamento e di sprone, nonché di controllo, sullo stato di attuazione dei seguenti punti da parte del Comune e delle Istituzioni interessate: 
a) Disinquinamento e pulizia del mare;
b) Piena accessibilità e fruizione della Pineta monumentale;
c) Viabilità  (pista ciclabile, lungomare, manutenzione strade,…);
d) Ambiente e salute pubblica (Eternit, Rifiuti, Inquinamento acustico aereo,…);
e) Decoro urbano;
h) Progetto di raddoppio dell’Aeroporto;
i) Impatto ambientale della costruzione del nuovo porto turistico;
j)  Illuminazione pubblica delle reti stradali di Fregene e Maccarese;
k)  Ordine pubblico e Sicurezza (Vigili urbani, polizia,…); 
l) Coinvolgimento della Pro Loco nel Rinnovo della Convenzione.

LISTA “INSIEME PER FREGENE E MACCARESE”
CONSIGLIO DIRETTIVO:
01) GIOVANNI  BANDIERA (Candidato Presidente)
02) DAVID APOLLONI
03) DOMENICO BARONE
04) ELIO BERARDUCCI
05) PATRIZIO DE ANGELIS
06) ARMANDO FABBRI
07) LUCIANO FAVAZZA
08) SUSANNA FERRETTI
09) FILIPPO GAMMARELLI
10) HILDA GIRARDET
11) CARMELO IORIO
12) ENZO A. PAGLIALUNGA
13) CLAUDIO SABBATINI
14) MATTEO SACCAVINO
15) ANNA VALENTINO

SUBENTRANTI
MARIA TERESA RICCI
RAFFAELLA PATERNO
MARTA SQUARZANTI

REVISORI DEI CONTI
ENRICO BAFFI
ANGELO CONSALVO
VICO VICENZI

Il Programma della lista
“PROGRAMMIAMO IL FUTURO”

Cari Concittadini, molti credono che nell’evolversi del mondo si proceda automaticamente dall’oggi al domani e che la nostra partecipazione attiva appaia inutile e persino non richiesta. Di conseguenza quei molti si convincono che non abbia senso “progettare il futuro”. In realtà le cose stanno molto diversamente, in quanto ognuno di noi è il protagonista della propria esistenza a livello individuale e sociale, e il valore delle nostre azioni condiziona spesso lo sviluppo generale della comunità a cui apparteniamo, oggi etnicamente composita. 
Favorire una maggiore equità sociale, stringere un rapporto costante con le altre associazioni del territorio maggiormente rappresentative nel campo del volontariato, della cultura, dell’ambiente e dello sport, intervenire sul progressivo degrado ambientale sono sfide che richiedono incisivi cambiamenti nella cultura e nelle abitudini quotidiane di ciascuno di noi.
Rafforzare il sentimento di appartenenza alla nostra Cittadina permette anche di valorizzare tutte le attività produttive tradizionali che si configurano anch’esse come una importante risorsa culturale del territorio e che da troppo tempo sono state trascurate.
Le tradizioni alimentari, i saperi artigianali, le esperienze di utilizzo e valorizzazione del territorio, le nostre concessioni demaniali di qualità, la modesta ma discreta rete alberghiera e dei Bed & Breakfast, insieme debbono costituire la rete produttiva portante di Fregene e Maccarese, e la Pro-Loco ha il dovere, nel suo tradizionale ruolo di promozione turistica, ma aimè dimenticato da tempo, di evidenziarne i pregi anche a livello nazionale e internazionale.
Non si può sempre accusare di scarsa sensibilità alcuni settori del comparto mercantile se li si usa solo in occasione di eventi sporadici. Essi rivendicano legittimamente un concetto di progettualità comune: non vogliono più essere indignati, ma impegnati per il futuro della nostra Cittadina e noi abbiamo la presunzione di esserne i portavoce.
Ciò premesso, il gruppo di Concittadini di cui faccio parte, che legittimamente si candidano per guidare la Pro-Loco di Fregene-Maccarese per il prossimo quadriennio, indicano alcune problematiche che considerano punti di forza per il territorio, certamente non esclusive, ma aperte ai suggerimenti che i Cittadini intenderanno formulare: 

– Tra le finalità dell’Associazione, prioritaria è la promozione turistica a cui in questi ultimi anni è stata data scarsa rilevanza a differenza del passato. Il manufatto in legno ubicato presso il quadrivio di Viale della Pineta angolo Viale Castellammare, opportunamente posto in sicurezza e dotato di tutti i servizi necessari, deve essere la sede naturale e logistica per le attività operative ed organizzative della Pro-Loco, nonché centro di informazione e di ascolto, collegato con tutta la rete produttiva di Fregene e Maccarese, ma non solo se consideriamo il numeroso patrimonio di ville e villini di cui le Agenzie Immobiliari del territorio ne gestiscono la disponibilità particolarmente per le esigenze estive, e con quest’ultime può essere realizzata una stretta collaborazione. Ricordiamo che la prossima ricorrenza dell’Anno Santo della Misericordia rappresenterà una grande opportunità per l’economia di Roma e del suo hinterland. Perché non misurarsi con qualche idea?
– Riguardo alle iniziative di natura strutturale già avviate a seguito della Convenzione tra la Proprietà e il Comune di Fiumicino, si ritiene utile garantirne la continuità, creando iniziative di denuncia agli organi istituzionali di controllo qualora si presentino situazioni degradanti dovute all’incuria dei cittadini, al mancato controllo delle Società e delle Istituzioni competenti, consentendo a chi di dovere un rapido intervento di bonifica. Si ricorda all’Amministrazione comunale che tra le opere di urbanizzazione occorre anche formalizzare le procedure per l’acquisizione al Patrimonio comunale di tutte le strade della zona Sud di Fregene (denominata ex Sapi) e loro sistemazione. 
– È necessario porre la massima attenzione alla conservazione del  patrimonio naturalistico e delle aree verdi mettendole in sicurezza, onde effettuare linee tagliafuoco come richiesto dalla legge. Un incendio sarebbe drammatico per Fregene. La Pineta Monumentale in particolare deve essere resa più sicura, agibile e dotata di quel minimo di servizi indispensabili, per realizzare al suo interno spettacoli culturali, musicali e di arte varia, nonché un festival del cartone animato per bambini. Si ritiene anche utile individuare un’area da destinare a parco tematico.
– Finalmente dopo sessant’anni Fregene ha il lungomare in quasi tutta la sua lunghezza, ma non basta se non si provvede a sistemare l’arredo urbano, i parcheggi e ad unire il percorso stradale tra centro-nord e la zona sud.
– Ultimo, ma non meno importante per il luogo, è il calendario degli eventi. L’isola pedonale in Viale Castellammare si è dimostrata una carta vincente per l’economia del territorio. Occorre proseguire dando all’iniziativa un carattere permanente al fine di sviluppare meglio il Carnevale, che deve ritornare alla tradizione dei carri allegorici e che potrebbe postulare l’idea di un Palio Carnascialesco tra le varie località del Comune, le manifestazioni della Notte Bianca a cui abbinare la Festa della Bruschetta Kilometrica, per concorrere al record dei Guinness. Occorre anche concordare  con gli operatori economici la sistemazione delle luminarie durante le Feste Natalizie.
– E parliamo di inquinamento acustico. È necessario mantenere il continuo monitoraggio delle centraline di rilevamento e seguire con attenzione il progetto di ampliamento dell’Aeroporto intercontinentale.
– Per quanto attiene l’inquinamento marino occorre accelerare la realizzazione del uovo depuratore sul canale delle acque alte e basse di Maccarese e sollecitare anche l’ammodernamento del depuratore di Torre Primavera, ormai obsoleto e insufficiente rispetto allo standard urbanistico per cui era stato a suo tempo realizzato.
– Problema delicato è quello dell’erosione marina. Una serie di concause producono questo fenomeno che riduce  progressivamente la profondità degli arenili, particolarmente nella zona sud di Fregene. Il ripascimento morbido dello scorso anno si è rivelato un sonoro flop. Perché non rivalutare il consolidamento del porticciolo Marri sulla foce del canale che nel passato aveva portato sabbia in abbondanza a quegli arenili?
– E arriviamo ai trasporti. Recentemente vi sono state affermazioni gratuite sul servizio dei trasporti urbani ed extra urbani. Non è vero che tutto va bene, anzi il contrario. Se vogliamo che i cittadini di Roma eleggano la loro dimora nelle nostre località o il turista sia agevolato nei suoi spostamenti presso i siti archeologici e naturalistici è necessario collegare meglio il trasporto gommato con le stazioni ferroviarie, riducendo il gap degli orari ed aumentando le corse degli auto. Chissà, forse in prospettiva si potrebbe ipotizzare anche una linea Metropolitana che unisce la Stazione di Maccarese con San Pietro-Stazione Termini.
– Parliamo infine di tutela della viabilità facendo pressione affinché le Società lottizzatrici dell’ex Financo completino il rifacimento del manto stradale con raccolta delle acque piovane così da consentire il passaggio all’Amministrazione Comunale ed uscire dal limbo delle Convenzioni mai completate, nonché effettuare una raccolta di firme per la sostituzione di tratti di tubazioni di competenza Acea ormai ridotte ai minimi termini da continui guasti.

Per concludere, certamente questo programma non è esaustivo, tante altre cose si possono realizzare, come ad esempio il potenziamento ed ampliamento del sito Pro-Loco, purché vi sia da parte nostra la capacità di ricreare l’interesse dei cittadini intorno all’Associazione: questo vuole essere il nostro impegno, questo vuole essere il nostro auspicio.

Lista “PROGRAMMIAMO IL FUTURO”
CONSIGLIO DIRETTIVO
01) FRANCO DEL MONACO (Candidato alla Presidenza) 
02) ANGELO LEO GIAVARA (Candidato alla Vicepresidenza) 
03) PIETRO VALENTINI (Candidato alla Vicepresidenza)
04) EMILIANO COGATO 
05) SABINA D’ANGELANTONIO 
06) PIERA DEGLI EFFETTI 
07) LORENZO DOMINICI 
08) GABRIELE GEMINIANI 
09) MONICA MITRICA 
10) YLENIA PATRIZI 
11) RINALDO PRETE 
12) ROBERTA PROCOPIO
13) MAURO RAFFAELLI 
14) GAETANO SCHIZZO 
15) CRISTINA SCUDO 

COLLEGIO REVISORI DEI CONTI
STEFANO PRIORINI (Candidato Presidente)
FILIPPO MANGIA 
SIMONE PUTINI 

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli