23 settembre 2017

Oggi al Da Vinci il progetto Comenius

Le nuove generazioni hanno di fronte a sé una sfida importante: quella di ridefinire il loro futuro e il concetto stesso di società, alla luce di nuove necessità, nuovi bisogni, nuove regole. Una coscienza innovativa del vivere insieme che impone scelte adeguate ai tempi, in una dimensione europea. E, soprattutto, una comunicazione efficace e globale: perché per avere buoni risultati non basta saper fare, bisogna anche far sapere”.
Antonio Galdo nel suo libro “L’egoismo è finito” (Einaudi editore) afferma che l’egoismo non può funzionare come bussola di una civiltà. La Grande Crisi marca la fine di un paradigma, di un pensiero unico, e ci spinge alla ricerca di nuovi fondamentali, non solo economici. E, come diceva Aristotele, “non si può essere felici da soli”.
Mihaela Gavrila nel libro “L’onda anomala dei media” (Franco Angeli editore), indaga sul ruolo dei media nelle dinamiche che scatenano la paura, e si interroga su quali strategie comunicative si possono mettere in campo per trasformare uno scenario catastrofico, in una rappresentazione della natura che mette in gioco la sostenibilità e chiama in causa la responsabilità dei singoli. Per vivere l’ambiente come bene comune, da coltivare individualmente e tutti insieme. Intervengono le classi del progetto. Comenius – Ways to a greener and healthier Europe (I.I.S. L. da Vinci)Il progetto, in lingua inglese, vede coinvolti come paesi partner Italia, Danimarca, Lettonia, Spagna, Cipro e Germania, e ha come obiettivo la sensibilizzazione dei giovani nei confronti delle tematiche ambientali.L’assunzione di un ruolo attivo da parte dei nostri ragazzi nella protezione dell’ambiente, con una maggiore consapevolezza riguardo alle abitudini quotidiane in tema di produzione e riciclaggio, può costituire infatti un fondamentale passo per diffondere una cultura di rispetto del territorio in cui viviamo, a partite da un’ Europa più verde e sana. Tutte le scuole dei paesi coinvolti nel progetto condividono quindi questo obiettivo, ma ciascuna scuola sarà chiamata a coordinare attività di approfondimento di una tematica particolare legata all’ambiente. Per quanto riguarda l’Italia il sub- topic sarà legato all’alimentazione consapevole, con particolare attenzione alle abitudini alimentari dei giovani. Coordina Giacomo Puma, e interverranno Antonietta Maucioni (Dirigente Scolastico); Sergio Estivi (Fondazione A.M. Catalano); Mario Canapini (Sindaco Città di Fiumicino); Mihaela Gavrila (Docente di giornalismo televisivo); Antonio Galdo (Scrittore ed Editorialista);Lello Fabiani(Autore di programmi televisivi); Fabrizio Monaco (Vice Presidente Pro Loco Fregene e Maccarese). Poi dalle 12.30 alle 13.00 ci sarà Antonio Galdo, con dialogo a premi con gli studenti.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli