24 ottobre 2017

“I tamburi per la pace” domani a Villa Guglielmi

L’ iniziativa è dell’Associazione E.I.P. Italia Scuola Strumento di pace, gemellata con la Maison Mondiale Poésie Enfance di Bruxelles e con il Patrocinio dell’Assessorato alla Scuola e Cultura del comune di Fiumicino.  Questo progetto costituisce un momento di concretizzazione della “mission educativa” dell’E.I.P. Italia che si fonda sulla pace e sui diritti umani, rientrante nell’ambito del progetto ministeriale “Cittadinanza e Costituzione”. Il programma dell’evento prevede la partecipazione di diverse scuole del territorio e sarà introdotto dal suono dei tamburi dei bambini della scuola dell’infanzia comunale “Lo Scarabocchio”, subito dopo vi sarà un minuto di silenzio per ricordare i ragazzi belgi deceduti nell’incidente nel Vallese. A seguire il saluto dell’Assessore alla Scuola e Cultura Giovanna Onorati e dell’Assessore all’Ambiente Gino Percoco. I lavori saranno introdotti dalla Prof. Virginia Borrelli, delegata E.I.P. Italia Fiumicino e coordinati dalla Prof. Anna Paola Tantucci Presidente E.I.P. Italia. Gli studenti degli istituti superiori del territorio, IIS “Paolo Baffi” e IIS “Leonardo Da Vinci”, leggeranno poesie e realizzeranno performance coreografiche, offrendo ai presenti un simbolo di amicizia e lanciando in cielo un messaggio finale di pace. Parteciperanno, altresì, la scuola primaria di Passoscuro e Marchiafava e le scuole secondarie statali di 1° grado “Porto Romano” e “L. Albertini”. La mattinata si concluderà con l’esibizione musicale con i tamburi dei bambini de “Lo Scarabocchio” ed il lancio simbolico dei palloncini in cielo come messaggio di pace. A tutti i ragazzi intervenuti l’E.I.P. Italia rilascerà un attestato di partecipazione ed una medaglia celebrativa dell’evento. Per maggiori informazioni www.drumsforpeace.orgwww.eipitalia.it. “Questa manifestazione realizzata con elevata impegno dall’EIP Italia e grazie alla collaborazione delle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie e superiori di Fiumicino, si svolgerà in contemporanea in numerosi paesi del mondo, dove nello stesso momento i fanciulli ed i giovani suoneranno i tamburi della pace e reciteranno poesie dedicata alla non violenza. Il 21 Marzo, infatti, migliaia di ragazzi scenderanno nelle piazze per manifestare la loro opposizione alla violenza ormai diffusa. Un modo per rendere i giovani partecipi, costituendo una catena virtuale tra i ragazzi di diverse parti del mondo, favorendo così lo sviluppo dell’educazione alla pace e dell’integrazione tra diverse culture”, afferma l’Assessore alla Scuola e Cultura Giovanna Onorati.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli