22 settembre 2017

“Pizzo del Prete non si tocca”

“Nonostante il caldo torrido e l’attrattiva del mare a due passi oggi a Pizzo del Prete abbiamo registrato un altro importante successo. All’invito che il nostro Comitato aveva lanciato già il 9 giugno scorso al termine dell’ultima manifestazione svoltasi a Palidoro contro discariche e inceneritori, hanno risposto positivamente i cittadini e le Amministrazioni di Ladispoli, Cerveteri, Bracciano, Anguillara Sabazia e Fiumicino con i sindaci Alessio Pascucci di Cerveteri , Crescenzo Paliotta di Ladispoli, Giuliano Sala di Bracciano, Giorgio Lauria vice sindaco di Ladispoli, Paola Lucci assessore all’ambiente di Bracciano, Gino Percoco assessore all’ambiente di Fiumicino ed Enrico Stronati assessore all’ambiente di Anguillara Sabazia.
Insieme a loro, oggi, abbiamo non solo ribadito un netto No alla realizzazione di una discarica, di un inceneritore e di qualsiasi altro impianto di trattamento e smaltimento rifiuti a Pizzo del Prete ed altrove, ma ragionato sull’avvio di un tavolo di confronto e collaborazione fra i sindaci del comprensorio per uscire dall’ emergenza rifiuti e costruire una strategia comune concordata che garantisca da ora in avanti un ciclo virtuoso dei rifiuti e uno sviluppo del territorio dove la salute dei cittadini e dell’ambiente siano l’asse portante.
Non sono mancate le critiche al rappresentante di Fiumicino, comune che oggi non ha raccolta differenziata quantificabile e che prevede un avvio della stessa solo da settembre, in una piccola parte del quartiere di Parco Leonardo e che, a detta dello stesso Assessore, ha previsto scarsissimi fondi per la raccolta differenziata nel Bilancio comunale approvato pochi giorni orsono.
Più volte è stato ricordato che la legge prevede che i comuni debbano conseguire entro il 31 dicembre 2012 una raccolta differenziata di almeno il 65%, limite questo che, se non raggiunto, comporterà la messa in mora delle amministrazioni inadempienti, ossia una nuova tassa per noi cittadini. Per questo il Comitato ha annunciato che sta predisponendo una diffida preventiva da notificare al Comune di Fiumicino con la riserva di avviare tutte le procedure necessarie per un risarcimento danni.

L’impegno assunto oggi da tutti gli amministratori presenti, e di cui il sindaco Pascucci già da lunedì si farà promotore, è quello di darci entro la prossima settimana la data fissata per il loro primo incontro. È un primo passo che va nella direzione, già auspicata dai sindaci di Cerveteri, Ladispoli e Anguillara e che risponde in pieno alla nostra richiesta: fare un fronte unito contro la politica di nuove discariche ed inceneritori a tutti i livelli, dalla società civile alle amministrazioni che ci rappresentano, a prescindere e al di là del colore politico.
Il prossimo appuntamento per il Comitato è per il 4 luglio in Comune a Fiumicino, in occasione del Consiglio Comunale, giorno in cui verrà sollecitato l’incontro con la Commissione Speciale Rifiuti e verranno consegnate le Linee Guida per un Piano Virtuoso dei Rifiuti a Fiumicino elaborate dal Comitato stesso in collaborazione col CRZ Passoscuro, studio che dimostra come in pochi mesi possano essere raggiunti risultati apprezzabili nella raccolta differenziata con la modalità del porta a porta, unico sistema che garantisca il reale recupero di materia”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli