21 settembre 2017

Quel parcheggio rialzato del cantiere

L’opera tra l’altro non risulta di particolare utilità per gli abitanti della zona del Cantiere. La spiegazione sembra in effetti risiedere su motivazioni che poco o nulla hanno a che fare con le esigenze del quartiere, quanto piuttosto sulla necessità di dotare di un numero adeguato di posti auto senza i quali non potrebbe entrare in funzione l’area commerciale del Vittorio Village.  Così, dopo l’invito a sgomberare l’area da quello che restava delle “casette” dell’aprile dello scorso anno, a giugno sono iniziati i lavori di abbattimento e rimozione delle macerie, mentre risale a settembre scorso l’apertura del cantiere. I lavori stanno procedendo a ritmo serrato e già oggi è possibile intravedere le strutture portanti del piano inferiore. Una volta ultimato, si procederà alla realizzazione del piano rialzato che, a quanto sembra, si eleverà a circa 1.40 metri dal livello stradale.  Tutto quindi è ormai stato deciso e se i lavori procederanno con questo passo non ci vorrà molto per vedere ultimata l’opera, anche se rimangono aspetti da chiarire. A parte infatti quello estetico che suscita forti perplessità – comunque è il primo parcheggio multipiano realizzato a Fregene – in prospettiva futura c’è legittima preoccupazione su cosa accadrà quando entrerà in funzione. In particolare, non essendo possibile neanche prendere lontanamente in considerazione l’ipotesi di lasciarlo aperto e senza controlli giorno e notte, scelta che sarebbe scellerata sul piano della sicurezza, ci si domanda a chi spetterà la gestione e la vigilanza diurna e soprattutto notturna. Perché non si vorrebbe che, una volta raggiunto l’obiettivo, ottenere l’agibilità per il centro commerciale, quel parcheggio diventasse l’ennesima cattedrale nel deserto.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli