20 settembre 2017

Regione punta sul Litorale

Obiettivo della Cabina di Regia è coordinare le diverse politiche sul litorale, mettere a sistema gli attori e i soggetti economici e istituzionali, agevolando l’integrazione strategica degli interventi. Questa necessità di coordinamento è funzionale a determinare interventi strutturali e di lungo periodo in grado di migliorare la competitività del territorio e del litorale in particolare. I lavori della Cabina di Regia saranno diretti dal Presidente Zingaretti e coordinati dall’Assessore Fabiani; parteciperanno (a titolo gratuito) gli assessori regionali e i presidenti delle Commissioni consiliari competenti, i rappresentanti degli enti locali dislocati sul litorale, i delegati di vari Ministeri, delle Autorità Portuali e di Unioncamere. “Promuovere l’Economia del Mare significa mettere in campo azioni di sistema e politiche industriali in grado di sostenere i territori – ha detto l’assessore Fabiani – valorizzandone le vocazioni, migliorando la qualità della vita dei cittadini, ponendo al centro la questione della tutela della salute e dell’ambiente e sostenendo l’internazionalizzazione delle imprese e dei processi economici. L’istituzione di una Cabina di Regia dell’Economia del Mare è dunque fondamentale e indispensabile per riuscire a coordinare in un’unica visione strategica le diverse iniziative della Regione in questo campo. Questa necessità di coordinamento è resa ancora più impellente dall’importanza di utilizzare nella maniera più adeguata e incisiva le risorse dei Fondi europei 2014-2020”. “Infine – ha concluso Fabiani – stiamo lavorando per riuscire ad allocare sul Bilancio 2014-2016 almeno 20 milioni di euro tra parte corrente e parte capitale per progetti di riqualificazione e rilancio turistico del litorale”. Tra le altre cose, la Cabina di Regia deve: sostenere il riordino della normativa al fine di valorizzare, proteggere e riqualificare la costa del Lazio; individuare azioni utili a definire – con il coinvolgimento  dei soggetti istituzionali ed economici del territorio – criteri e indirizzi del Piano Regionale di Utilizzazione delle Aree del Demanio Marittimo per finalità turistico-ricreative; coadiuvare il confronto tra le parti sociali per redigere il Piano della Costa, strumento fondamentale per promuovere, anche dal punto di vista urbanistico, il recupero del litorale, risanare le parti degradate e rinnovare le imprese balneari; svolgere attività di supporto alla ridefinizione del Piano di Coordinamento dei Porti del 1998, adeguandolo alle mutate condizioni economiche del Paese e pianificando in modo sostenibile lo sviluppo delle strutture rivolte alla nautica da diporto; supportare le azioni di miglioramento della balneabilità delle acque e incoraggiare progetti organici di messa in equilibrio della costa, con interventi di protezione stabili, duraturi e non impattanti; favorire la piena valorizzazione del sistema delle isole del Lazio, anche con riferimento ai collegamenti e alle infrastrutture necessarie; promuovere  politiche di sviluppo locale della filiera della nautica, rilanciare la filiera ittica di qualità, favorire le politiche di internazionalizzazione della filiera dell’economia del mare.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli