22 settembre 2017

“Riserva, subito il piano di assetto”

“Riserva, subito il piano di assetto”

Il Comitato Fuoripista, l’Associazione Dolcespiaggia, il Gruppo Archeologico Del Territorio Cerite e il Wwf Litorale Romano hanno incontrato lo scorso 2 dicembre il Presidente della Commissione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano Paolo Puntoni. E successivamente hanno incontrato l’Assessore all’Ambiente della Regione Lazio Fabio Refrigeri. “Al Presidente Puntoni e al rappresentante della Provincia Luca Bragalli presente alla riunione è stata manifestata la preoccupazione per le trivellazioni che si stanno eseguendo nelle aree 1 (di massima protezione) e 2 della Riserva senza le dovute autorizzazioni – si legge nella nota delle associazioni – Inoltre sono stati affrontati i temi delle piste ciclopedonali, del degrado delle aree di pregio, dei recenti ripetuti e gravissimi episodi di inquinamento da cherosene, dell’ipotizzato nuovo oleodotto per l’aeroporto Leonardo Da Vinci. Il Presidente della Commissione di Riserva ha confermato il diniego di autorizzazioni per le trivellazioni in atto e si è impegnato a chiedere al comune di Fiumicino il progetto “Biciplan”. All’assessore all’Ambiente della Regione è stata sollecitata l’approvazione, dopo ben 18 anni, del Piano di Assetto della Riserva, per giungere senza ulteriori ritardi all’atteso Piano Di Gestione, strumento indispensabile affinchè la Riserva diventi finalmente modello di economia eco-sostenibile, quell’ “economia della tutela” auspicata da Antonio Cederna. In proposito l’Assessore, risolta la nomina del Commissario incaricato di seguire l’iter del Piano di Assetto, ha annunciato l’intenzione di portare a termine la procedura entro gennaio 2015. Refrigeri, al quale è stato consegnato il documento programmatico “La Riserva, Un’idea Trent’anni Dopo”, ha accolto la richiesta, presente nel Documento, di rendere partecipi le Associazioni durante il percorso di definizione del Piano di Assetto. Infine si è dichiarato interessato a conoscere e a seguire l’impiego delle risorse economiche stanziate e destinate agli Enti Gestori della Riserva, i comuni di Roma e di Fiumicino”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli