24 settembre 2017

Rumore aereo, convenzione

La convenzione, della durata di 12 mesi rinnovabili, ha come oggetto l’attività dell’Agenzia regionale sia di raccolta, elaborazione e validazione dei dati acquisiti dalle 4 centraline di rilevamento del rumore aeroportuale installate nel territorio comunale, sia di predisposizione di apposite relazioni che illustrino gli esiti delle misure.  Le centraline di rilevamento monitorano i descrittori acustici del rumore aeroportuale (lva) introdotti dal Decreto ministeriale dell’Ambiente del 31 ottobre 1997 e sono posizionate a Fiumicino (in via Portuense), Fregene, Isola Sacra e Maccarese. I dati rilevati,  elaborati e validati dal personale tecnico dell’Arpa Lazio, saranno oggetto di appositi rapporti che l’agenzia trasmetterà al comune con cadenza trimestrale. “Il rumore aeroportuale, con i suoi possibili effetti negativi per la salute umana – spiega il commissario straordinario dell’ente regionale Corrado Carrubba – è un tema molto sentito dalla cittadinanza, pertanto siamo lieti di poter offrire la professionalità dei nostri tecnici e di metterla al servizio del comune di Fiumicino, così come viene già fatto relativamente al monitoraggio dell’aeroporto Pastine di Ciampino. Le attività di controllo dell’inquinamento acustico aeroportuale già eseguite in precedenza nel territorio hanno evidenziato la necessità di mantenere elevata l’attenzione, specialmente in virtù della previsto piano di ampliamento dell’aeroporto Leonardo da Vinci. Tutto ciò sarà altresì utile alla nuova amministrazione regionale per intraprendere, su basi scientifiche di fonte pubblica, le necessarie iniziative a tutela dell’ambiente e dei cittadini”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli