18 novembre 2018

Salvare il sesterzio del Porto di Traiano

Il 24 ottobre a Zurigo ci sarà un’asta che ha una grande importanza per la storia del territorio. Verrà infatti messa in vendita una moneta rara e in perfette condizioni, un sesterzio romano che ha sul dritto il ritratto dell’imperatore Traiano e sul rovescio quella del porto esagonale di Roma che portava il suo nome. Un esemplare molto raro ed eccezionale che si trova in ottime condizioni, presenta una patina marroncina-verde ed è riconducibile al 112-114 d.C. Una reliquia non solo per gli appassionati di numismatica ma anche per il territorio comunale. Così l’Assessore Paolo Calicchio, la Pro Loco di Fiumicino, il portale QFiumicino.com insieme ad altri appassionati hanno lanciato da giorni una raccolta di fondi, un «crowdfunding» come si usa dire oggi per riportare la moneta esattamente da dove era partita 19 secoli fa. Secondo gli esperti il prezzo stimato per il sesterzio di Traiano è di circa 15mila euro mentre l’asta partirà da una base inferiore, precisamente da 12mila euro.
«L’auspicio è che la comunità locale ci sostenga in questa prova – dichiara l’assessore Calicchio – il nostro obiettivo è riportarla a Fiumicino e poi donarla alla Sovrintendenza archeologica che la potrebbe esporre al Museo delle navi romane che presto riaprirà le sue sale al pubblico. Si tratta di un’occasione unica, irripetibile e a cui non è possibile rinunciare in considerazione della rarità del pezzo e della sua importanza. Si vuole cercare di riportare una parte importante della nostra storia di Fiumicino nella città, insomma, si intende “ridare a Cesare quel che è di Cesare. Lo facciamo anche per i nostri giovani, senza la memoria non c’è futuro che tenga».
Sarò la Pro Loco di Fiumicino a raccogliere le donazioni, nel caso in cui l’asta lo assegnasse ad altri i fondi verranno integralmente restituiti. «Proprio in questo 2017 ricorre un importante anniversario, i 1900 anni dalla morte dell’imperatore Traiano scomparso nel 117 d.C. – spiega Pino Larango presidente della Pro Loco – un evento celebrato in tutto il mondo. Sarebbe bello per noi rendere questo omaggio all’Optimum Princeps, una reliquia di straordinario valore. Ricordiamo che il Porto di Traiano fu costruito su indicazione dell’imperatore da Apollodoro di Damasco, genio artistico dell’antichità romana. Esso rappresentò per secoli il fulcro dell’attività economica di Roma antica e fu simbolo di potenza e centralità dell’impero nel panorama politico antico. Quel sesterzio sarebbe una magnifica testimonianza per le generazioni future».
Info: tel. 06-66560329.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli