20 settembre 2017

Sanit

La stessa definisce il declassamento delle strutture mediche di Fiumicino e Fregene un mero indirizzo procedurale e non, come è palese, una chiara fuga dalle responsabilità per l’aggravarsi di una gestione fallimentare della sanità della Regione Lazio di Marrazzo e company. E’ inutile attaccare chi con chiari e oggettivi considerazioni denuncia il pericolo che stanno passando decine di migliaia di cittadini nel trovarsi rubato un diritto di essere curati e permettetemi, anche di poter vivere. I medici in caso di emergenza per infartuati o in casi di emergenza respiratoria con il “Nucleo di cure primarie” non sono in grado di dare risposte immediate in caso di emergenza (salvo rischiosi personalismi), e questo le definiamo “tutto questo a tutela della salute del cittadino….???” Chiederò al Presidente del Consiglio Comunale Mauro Gonnelli che per primo ha iniziato questa battaglia di aprire un tavolo specifico di discussione insieme all’Assessorato alla Sanità proprio per respingere questo pericoloso gioco intrapreso dalla ASL RMD proprio contro l’incolumità del cittadino di Fiumicino. E proprio, come sempre mi contraddistingue nel modo di confutare quanto scrivo, allego le dichiarazioni datate Maggio 2008 di un’Associazione dell’ARES 118 (le autoambulanze per capirci) le  quali già loro denunciavano che qualcosa non andava… (Il capogruppo della Pdl – Massimiliano Graux)

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli