18 ottobre 2017

Scabbia, attivata procedura Asl, il caso “sospetto” è solo uno

Scabbia, attivata procedura Asl, il caso “sospetto” è solo uno

Questa mattina dal Servizio di Igiene e Sanità Pubblica (S.I.S.P.) della AslRm è arrivato alla scuola di Fregene il fax del responsabile, dott. Labriola, che apre ufficialmente la procedura di allerta per il caso di scabbia.

Il medico che ha visitato la ragazza all’ospedale Bambino Gesù ha girato alla Asl la cartella clinica con la diagnosi di “sospetto caso di scabbia”, e il servizio di prevenzione ha aperto ufficialmente il protocollo. 

“Mi è arrivata questa mattina la comunicazione – conferma il dirigente scolastico Isabella Ponzi – come avevo anticipato ieri, noi avevamo già attivato la procedura che prevede la semplice pulizia delle aule. Nel fax è ribadito che non è assolutamente richiesta la chiusura o la disinfezione della scuola ma è sufficiente la ‘pulizia ordinaria senza bisogno di cure disinfettanti’. Ora che abbiamo l’ufficialità metteremo su tutte le bacheche delle aule l’avviso della Asl, insieme ad un prontuario che descrive la malattia e il suo decorso. Ripeto che il caso accertato nella nostra scuola è uno, solo la ragazza che non viene a scuola da venerdì. Non ci sono altri casi in altre classi”.

Il S.I.S.P. opera all’interno del Dipartimento di Prevenzione della Asl e si occupa della sorveglianza epidemiologica e profilassi delle malattie infettive e parassitarie. 

In altre parole è quello che si occupa dell’Ebola. Convoca i pazienti affetti da malattie infettive o parassitarie, i loro familiari e gli eventuali contatti per indagini e colloqui condotti con la massima riservatezza. Tutto ciò sempre a “seguito del ricevimento delle notifiche inviate dagli ospedali e dai medici curanti”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli