21 settembre 2017

Scuola, firmato protocollo d’intesa

Erano presenti nella sala giunta della sede comunale: il Sindaco di Fiumicino Mario Canapini, l’Assessore alla Scuola e Cultura Giovanna Onorati, l’Assessore al Sociale Luca Panariello, il Dirigente dell’Area Formazione e Cultura Alessio Nardini, il Dirigente dell’Area Servizi Sociali Roberto Rizzi ed i dirigenti scolastici, Prof. Roberto Tassani del 106° e 157° Circolo Didattico con le rispettive vicarie dott.ssa Cinzia Pizzoli e dott.ssa Mattia A. Interesse, Prof.ssa Carla Nelli del 44° C.D., Prof.ssa Isabella Ponzi del 128° C.D., Prof. Domenico Lippa e vicaria dott.ssa Rosaria Buonocore della Scuola Media Statale Albertini, Prof. Roberto Tasciotti della S.M.S. Porto Romano e Prof.ssa Maria Pia Sorce dell’Istituto Comprensivo Colombo. Il Protocollo d’Intesa si propone come strumento programmatico, fondato sulla condivisione ed integrazione di obiettivi comuni atti al miglioramento del Piano dell’Offerta Formativa, elevandone i livelli e garantendo sempre di più condizioni di uguaglianza nel percorso scolastico di tutti gli alunni. Le parti, attraverso l’attuazione di tale protocollo, si impegneranno nell’ottimizzare le risorse, condividendo un’idea concertata di educazione e territorio, consolidando le relazioni e il coinvolgimento attivo di altri soggetti operanti localmente, quali: Enti Locali territoriali, Università, ASL, associazioni di volontariato e sportive, biblioteche e terzo settore in genere. L’Amministrazione Comunale, da parte sua, garantisce a tutti gli alunni e alle loro famiglie, nel pieno rispetto dei principi costituzionali di inclusione sociale, i servizi e le prestazioni necessarie ad usufruire pienamente del diritto allo studio, inteso come effettiva rimozione degli ostacoli in materia che si frappongono all’accesso a tutti i livelli di istruzione. Con il protocollo si è costituito anche un “Sistema integrato delle scuole dell’infanzia pubbliche”, finalizzato al miglioramento e all’arricchimento dell’Offerta Formativa rivolta ai bambini tra i tre e i cinque anni. Per la gestione del Patto si sono definiti i seguenti organi: Comitato di Coordinamento, Conferenza dei Servizi e Gruppi di Lavoro.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli