19 ottobre 2017

Solo Una Mamma, la docu-fiction girata sul nostro territorio

solo una mamma

I più attenti hanno probabilmente notato che specialmente tra le vie di Fregene e Maccarese negli ultimi mesi si è avventurata una troupe televisiva. Ebbene ora si può svelare che il nostro Comune è diventato il set di Solo Una Mamma, la docu-fiction settimanale in onda su Rete4 alle 15.30.

Il nuovo programma televisivo racconta la vita di donne forti che hanno cresciuto da sole i propri figli. La prima stagione prevede 20 storie, di 15 minuti l’una, con protagoniste mamme forti che con coraggio hanno affrontato la vita sconfiggendo i problemi proprio grazie all’amore per i loro figli. Le società di produzioni televisive Map to the Stars e Sunshine hanno deciso di girare le ricostruzioni con attori e figuranti proprio nel Comune di Fiumicino, specialmente nelle località di Fregene e Maccarese.
Molte sono le comparse tra i nostri concittadini, specialmente bambini, che hanno interpretato i figli delle protagoniste delle puntate quando erano piccoli.  Abbiamo intervistato Peppe Toia, regista e ideatore di Solo Una Mamma.

Ciao Peppe. Il programma ci incuriosisce molto. Qual è lo scopo di Solo Una Mamma?

Il focus di Solo Una Mamma è raccontare donne che, nonostante le difficoltà, hanno alzato la testa e hanno combattuto per crescere in modo sano e sereno i propri figli e da qui le due mission. Da una parte vogliamo infatti dare esempi di coraggio, far vedere donne ce l’hanno fatta, alle telespettatrici che magari stanno affrontando le stesse problematiche e che non sanno dove trovare la forza per andare avanti e dall’altro vogliamo mostrare alle mamme che si scoraggiano per i piccoli accadimenti quotidiani, che i problemi sono altri e che non bisogna mai abbattersi ma alzare la testa e lottare. Le nostre 20 protagoniste sono delle vere guerriere da cui tutti, donne e uomini compresi, possiamo e dobbiamo imparare. Anche per questo motivo voglio ringraziare i produttori Bruno Frustaci e Alessandro Carpigo della Sunshine Production e Rete4 per aver creduto nel progetto. Grazie al loro appoggio, le persone a casa hanno la possibilità di scoprire le storie delle nostre 20 protagoniste e capirne il valore e trarre da loro ispirazione.

Come mai avete deciso di girare nel nostro Comune?

Sono molte le ragioni che ci hanno portato a scegliere Fregene e Maccarese come location per le nostre ricostruzioni. La prima è sicuramente una questione affettiva. Da buon siciliano sono un vero amante del mare e da quando vivo a Roma, appena ne ho la possibilità, vengo a Fregene, anche solo per qualche ora, per rigenerarmi.
Il secondo motivo è pratico. Molte delle nostre protagoniste hanno conosciuto i padri dei loro figli in spiaggia e quindi serviva un lido vicino Roma dove poter ambientare l’incontro e quale migliore location delle spiagge di Fregene? Senza contare ovviamente che il mare ha una forte valenza evocativa e quindi è essenziale per alcune scene in cui la suggestione gioca un grande ruolo.
Aggiungo poi che la vostra meravigliosa pineta è stata set di molti incontri tra i nostri attori. Senza contare che alcune persone dello staff sono residenti proprio a Fregene e questo ci ha aiutato a trovare dei veri e propri talenti tra i baby attori e figuranti. Colgo infatti l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato, sia dandoci la possibilità di girare sia nelle loro abitazioni che nei locali commerciali, e ovviamente prestandosi fisicamente a fare le comparse.

Sappiamo anche che alcune delle protagoniste di Solo Una Mamma sono residenti nel nostro Comune.

Sì, è vero, due delle nostre mamme sono residenti da voi. Rosalia, che fra l’altro è la protagonista della seconda puntata (ndr. andata in onda martedì 14 marzo), infatti risiede ad Aranova e Paola è di Maccarese. Sono due donne molto forti e coraggiose, come del resto tutte le protagoniste della serie e hanno storie molto particolari. Ciò che amo molto del programma, fra l’altro, è anche che tutte e 20 le nostre mamme hanno vissuti diversi e questo ci permette di mostrare al meglio quali possono essere i motivi per cui una donna si ritrova, dal giorno alla notte, a crescere da sola i propri figli e come fare a rialzarsi dopo le cadute.

Non ci resta che rimanere connessi con la pagina Facebook di Solo Una Mamma e sul sito di Rete4 per scoprire le nuove date della messa in onda del programma. Buona visione a tutti!

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli