22 settembre 2017

Taekwondo, che forza questi ragazzi!

Il torneo si è svolto il 27 e 28 marzo nel bell’impianto di Castiglion Fiorentino. Con 434 partecipanti provenienti da tutta l’Italia, ragazzini di soli 11 anni (cadetti) e giovani junior maschili e femminili si sono dati battaglia a suon di tecniche per aggiudicarsi i vari titoli nelle rispettive categorie di peso e di età, otre che di grado. La compagine di Ostia-Fregene ha iscritto alla gara 19 giovani atleti che hanno molto ben figurato, confermando la linea che da qualche tempo si è intrapresa: offrire a tutti la possibilità di dimostrare quanto si è imparato e mettersi in discussione, anche per saggiare l’emozione della gara dove l’adrenalina è alle stelle. E questi sono i risultati che hanno anche fatto conquistare la coppa del secondo posto società: Oro: Cecilia O. – Matteo C. – Giulia P. – Giulia O. – Francesca M. Argento: Daria D.- Andrea Z.- Matteo – Daniele P.- Niko R.– Niusha N.- Davide C. Bronzo: Niccolò P.- Davidino A.(condottiero) – Benedetta P.- Valerio B.–  Francesco B. – Stefano G. Ben 5 ori, 7 argenti, 6 bronzi e la coppa società seconda classificata cadetti A e Junior sono il bel bottino che questi ragazzi hanno conquistato. Manca nel medagliere soltanto Alessio (cuor di leone) che ha perso al primo incontro ma, ancora una volta, ha dato buona prova di sé mettendo molte volte in difficoltà l’avversario che vantava almeno 8 centimetri di altezza in più. Sono molte le soddisfazioni che questi giovanissimi stanno regalando ai loro maestri, e sono molte le prove di carattere alle quali si stanno sottoponendo. Prove che dovrebbero far riflettere molti adulti perché, questi ragazzini hanno davvero qualcosa da insegnare a molti. Che altro dire se non un bravi a tutti ed augurare loro di poter sempre dimostrare ai loro coetanei che il tempo lo si può trascorrere a fare qualcosa, anziché oziare davanti alla tv o videogame. Presto alcuni di questi ragazzini e ragazzine sosterranno gli esami Federali per l’acquisizione della Cintura Nera ed allora potranno anche sperare di potersi affacciare alle selezioni per la nuova futura Nazionale Italiana. Un sogno realizzatosi “veramente” per molti della nostra Associazione. Un inizio e non un  traguardo perché se si vuole sempre migliorare nello sport, come nella vita, si deve sempre lavorare al massimo e mai adagiarsi sugli allori. Intanto, nelle due sedi (presso l’Istituto Faraday di Ostia e presso l’Istituto Baffi di Fregene) si festeggia questo nuovo bellissimo evento; poi, tutti al lavoro, gli atleti per migliorarsi ed i tecnici per correggere quel qualcosa che poteva dare ancora migliori risultati. Uno studio ed un lavoro continuo insomma che, si spera possa portare a nuove e più prestigiose medaglie. Un sentito ringraziamento va a: Diego, direttore tecnico e pluricampione Italiano ed Internazionale, oltre che preparatore fisico della squadra Olimpica e docente della Scuola dello Sport di Roma. Cristina, 12 titoli Italiani e ben 9 titoli Internazionali. Cristian, 33 medaglie tra Regionali e Nazionali. Riccardo, neo tecnico dell’associazione con vari titoli. Danilo, Riccardo, e tutti gli altri, più o meno titolati, che si impegnano per dare una preziosa mano nell’associazione. Romina, per il suo supporto cartaceo e per le comunicazioni. Si ringraziano anche i genitori, che iniziano a capire quale e quanto impegno questi tecnici stanno offrendo ai loro figli perché si migliorino in tutti i campi. Insomma, in occasioni come queste, e come le tante precedenti, è piacevole poter ringraziare tutti perché, giorno dopo giorno, giovani e meno giovani si ritrovano in un ambiente sano e, certamente, ledono meno alla società “civile” di coloro che bighellonano spaesati senza sapere come occupare le giornate e lasciando  la propria “impronta” solo con atti vandalici o facendo branco. (di Enrico Grisoli)

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli