20 settembre 2017

Tarquinia, un weekend tra sacro e profano

Con un solo biglietto è infatti possibile visitare la Necropoli etrusca, patrimonio Unesco, e il sorprendente Museo Archeologico di Tarquinia. Un’occasione speciale per ammirare i grandi e sorprendenti capolavori della civiltà etrusca e la Cappella e lo studiolo del cardinale Vitelleschi, freschi di restauro, al secondo piano dell’omonimo palazzo che ospita il museo. Riaperti al pubblico l’8 febbraio scorso, la Cappella e lo Studiolo del cardinale Giovanni Vitelleschi, decorati da un ciclo di affreschi del Quattrocento riguardanti i temi dell’antico testamento, rappresentano una delle espressioni più alte del patrimonio architettonico e culturale della città di Tarquinia. Oltre ai dipinti, nelle due stanze restaurate sono state sistemate una collezione di ceramiche da “butto” e alcune lapidi rinascimentali.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli