19 settembre 2017

Tassa rifiuti, lotta all’evasione

Già da qualche mese la Fiumicino Tributi sta effettuando gli incroci delle banche dati a disposizione dell’Ente (utenze elettriche, utenze gas, catasto, anagrafe) per rintracciare gli evasori e per imprimere quella svolta alla politica delle tasse comunali che i cittadini attendono da tempo. Così, a partire dalla fine di questa settimana, partiranno gli avvisi con l’invito a regolarizzare le mancate dichiarazioni degli anni precedenti al 2012. L’attività di verifica tramite incrocio delle banche dati ha permesso di incrementare l’emissione degli avvisi di accertamento per tutti quei contribuenti che non si sono mai iscritti per la TARSU ed anche per quelli che risultavano iscritti per superfici inferiori a quelle effettivamente accertate. Si ricorda a tutti i cittadini che si trovassero nella situazione di non aver dichiarato la propria iscrizione per la TARSU che, recandosi agli sportelli della Fiumicino Tributi, sarà possibile autodenunciarsi ed usufruire del ravvedimento operoso (riduzione delle sanzioni) esclusivamente per l’annualità relativa al 2012. Sarà anche possibile chiedere una dilazione del pagamento in fase di definizione dell’avviso di accertamento presso la Fiumicino Tributi. Per autodenunciare la mancata iscrizione alla Tarsu o, semplicemente, per richiedere informazioni è disponibile il numero 06/650432603 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 oppure si può inviare una mail a tarsu@fiumicinotributi.it. “Pagare tutti per pagare meno deve diventare la priorità di una corretta azione amministrativa – sottolinea il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. – Abbiamo avviato istruttorie finalizzate anche a certificare l’esenzione dall’obbligo di pagamento dell’imposta, ma solo davanti a specifiche realtà di disagio economico e sociale presenti sul territorio”. “Una corretta gestione delle politiche fiscali è un misuratore rilevante dell’etica pubblica. Le misure messe in atto, tra l’altro – commenta l’assessore all’Ambiente Roberta Ambrosini – si inseriscono all’interno di una complessiva rinegoziazione del contratto di gestione del servizio di nettezza urbana che punta a migliorare le prestazioni ma a costi inferiori”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli