23 settembre 2017

Tassa rumore aerei, interrogazione di Lollobrigida

Dopo quella del capogruppo comunale Pdl, Massimiliano Graux e del parlamentare Francesco Aracri, ora anche Lollobrigida chiede spiegazioni sul mancato pagamento dell’imposta che potrebbe migliorare molto la vita dei cittadini. “Parliamo di decine di milioni di euro che dovrebbero incassare i Comuni per opere sul territorio atte a diminuire il rumore aereo – spiega Massimiliano Graux – per esempio vetri di tipo speciale antirumore e altro da far usufruire alla cittadinanza. L’art. 90 della Legge nazionale su l’I.R.E.S.A. recita: la ripartizione del gettito d’imposta viene effettuata all’interno da ciascuna Regione ed elaborato sui dati rilevati dai sistemi di monitoraggio acustico realizzati in conformità del Decreto del Ministro dell’ambiente del 20 maggio 1999 pubblicato sulla G.U. n.225 del 24/09/1999. La mancata applicazione della tassa – continua Graux – è un palese danno all’erario e per questo sono curioso come la Regione Lazio, che a breve dovrà rispondere agli avvocati che hanno chiesto a loro notizie sull’argomento”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli