24 settembre 2017

Taxi verso lo sciopero

“Dopo la nostra richiesta d’incontro del 18 gennaio all’Enac, alla Prefettura, alla Provincia di Roma e ad altre istituzioni, non avendo a tutt’oggi avuto alcun riscontro, proclamiamo una manifestazione con assemblea, nell’ambito aeroportuale di Fiumicino per il giorno 11 febbraio, per illustrare agli operatori e alla stampa il grave stato in cui attualmente versa il settore”. Così una nota delle associazioni del settore Taxi e Ncc Vettura Uri, Cna, Confartigianato, Claai, Assartigiani, Atitaxi, Uti, Uritaxi, Anc trasporto persone, Tpl noleggio Felsa Cisl, Federncc Confcommercio Roma, Confartigianato imprese Roma. “Infatti, nonostante il Consiglio di Stato abbia deliberato, con sentenza n. 645/2012, che l’odierno utilizzo delle linee bus Gran Turismo sia totalmente illegittimo, i bus continuano ad operare indisturbati sotto gli occhi di tutti. Tale esercizio illegale causa gravi danni economici alla categoria Ncc vettura e alla categoria Taxi, oltre a porre in essere una palese concorrenza sleale – continuano – Per tale motivo visto il grave stato di allarme sociale esistente in aeroporto, le categorie Taxi e NCC Vettura unitariamente l’11 febbraio sarà oggetto di possibili sospensioni dalle 10 alle 16 che interesseranno la quasi totalità degli operatori, salvo i servizi minimi garantiti per legge”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli