22 settembre 2017

Torre in Pietra, festa democratica

“Abbiamo cambiato il nome ma non la sostanza – spiega Sergio Spera, segretario del cricolo Pd di Maccarese – Sarà infatti l’occasione per tornare a fare politica in mezzo alla gente, parlando dei problemi che stanno a cuore ai cittadini, cominciando venerdì con la scuola, proseguiamo sabato con la questione morale e finiamo domenica con il lavoro. Tutti temi che appassionano e riscaldano gli animi della gente, alle prese con i mille problemi di tutti i giorni, dalla scuola alla mobilità, all’ambiente, al precariato, una festa che, come nella migliore tradizione del Partito Democratico, offra ai cittadini, oltre a tanta politica, anche un momento in cui gustare i prodotti provenienti dal Nord del comune, ad un prezzo ragionevole nel ristorante allestito e un momento di sano divertimento. Abbiamo infatti strutturato le tre serate in modo da poter offrire lo spazio dibattiti a partire dalle ore 18,30, a seguire il ristorante con carne alla griglia e verdure grigliate, e alle 21.00 circa uno spettacolo”. Si comincia venerdì con la proiezione del film “Figli delle Stelle”, si prosegue sabato con una serata di balli di gruppo e si chiude domenica con l’importante presenza di Giovanna Marini e la Scuola di Canto Popolare di Testaccio. Sarà una festa che ha nel rispetto dell’ambiente il suo filo conduttore, a cominciare dai piatti, bicchieri e posate non in plastica ma in materiali biodegradabili al 100%, per finire con la raccolta differenziata spinta dei rifiuti prodotti. “Sarà l’occasione anche per fare il punto sulle dimissioni del sindaco Canapini, ma soprattutto di come questa giunta ha pensato di risanare il buco di bilancio, togliendo servizi ed infrastrutture quasi esclusivamente al nord del comune – dice Spera –  Un’occasione per tornare in mezzo alla gente, con una politica schietta e sincera, che non ha paura di confrontarsi con i grandi temi del territorio, un’occasione che abbiamo voluto ostinatamente creare per ribadire il nostro impegno a difesa di questo pezzo di Comune e di cui voglio ringraziare il gruppo di lavoro che ha dato corpo al progetto e tutti i volontari che spenderanno tempo ed energie per una splendida riuscita”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli